Musica

Mina e Celentano, il loro ritorno con "le migliori"

I due artisti pubblicano un nuovo disco di inediti, anticipato dal singolo "Amami amami". Tra le tracce anche una base di Benny Benassi

Mina e Adriano Celentano

Giovanni Ferrari

-

Riprendete anche solo per un attimo il Piccolo Principe di de Saint-Exupéry. I riferimenti sono tanti e gli spunti pure. Il più importante? Per capire le cose più importanti occorre tornare bambini. Occorre tornare alla semplicità dello stupore.

In un certo senso hanno percorso questa strada anche Mina e Celentano, protagonisti di uno tra gli album più attesi di quest'anno, "le migliori" (in uscita per Sony Music venerdì 11 novembre). La tracklist è composta da undici inediti e una cover. Al centro de "le migliori" un tema che fa da fil rouge: l'amore (termine che nella tracklist compare declinato sei volte). Ma non è l'unico. Infatti, tutto il disco è la prova che si può avere un curriculum da paura nel mondo della musica, ma ciò non esclude la possibilità di continuare a divertirsi facendola. Anzi. Questo album è un completo divertimento.

La conferenza di presentazione del progetto alla stampa non ha visto presenziare i due artisti: al loro posto Claudia Mori e Massimiliano Pani. Un peccato. Secondo il figlio della tigre di Cremona, "non si tratta di un disco celebrativo ma di un terreno di incontro per entrambi, è un album molto radiofonico". Gli fa eco la Mori, che racconta la nascita del progetto: "Si sono telefonati e hanno deciso di fare un altro disco. Hanno avuto la voglia di tornare a cantare insieme. Sono due amici che hanno avuto il desiderio di tornare a giocare a fare i cantanti".


10 su 12 brani sono interpretati in duetto. Ne Il bambino col fucile (canzone scritta da Francesco Gabbani) canta Celentano da solo. Quando la smetterò, invece, vede la sola presenza di Mina. Gli altri dieci brani sono un continuo stuzzicarsi tra la tigre di Cremona e il re dei molleggiati. Il tutto in un percorso che spazia tra differenti generi. La divertente Ma che ci faccio qui ha ritmi reggae e suoni pieni (Mina risponde con il parlato ad alcune parti cantate da Adriano). Sono le tre, invece, è delicata e commovente e ricorda alcuni brani del repertorio di entrambi. Poi, si arriva a brani energici come la title track o Ad un passo da te, che pare essere il remake di Acqua e sale. Ma non è tutto: c'è pure una versione techno di Prisencolinensinainciusol dove sentiamo addirittura una parte "rap" di Mina: la base è di Benny Benassi. È questa l'unica cover del disco.

Questo album è disponibile nella versione solo cd e anche in una deluxe, impreziosita da 4 cartoline, un poster e un CD con quindici "parlatini" dei due artisti (dialoghi nascosti durante le registrazioni in sala d'incisione).  


ho ascoltato il nuovo disco di Mina e Celentano #lemigliori. ne parlo su #panorama

Una foto pubblicata da Giovanni Ferrari (@giovanniferrar) in data:


Il 12 dicembre ci sarà uno speciale della Rai dedicato ai due artisti. Come ha raccontato Pani "ci sarà un montaggio di diverse performance che parte dai primi incontri tra Mina e Celentano in bianco e nero e che arriva a questo progetto". Sarà sia in diretta che registrato. E chiaramente i due non compariranno. Altra curiosità: "Non ci sarà un presentatore. Ci saranno quattro persone vestite come Mina e Celentano sulla cover del disco, che, chiachierando di spalle, racconteranno il percorso della serata".

Stesso discorso per altri due show che vedremo di sabato sera in prima serata, subito dopo Sanremo. Saranno entrambi in diretta, "ma non possiamo dire chi ci sarà a condurre o a raccontare". 

Ma non è tutto: a Natale 2017 uscirà un cofanetto con il primo disco della collaborazione tra Mina e Celentano, questo disco "le migliori" e anche due inediti non ancora pubblicati. 

© Riproduzione Riservata

Commenti