Musica

Michael Kiwanuka, Love & Hate, un gioiello soul da ascoltare in vinile

Dieci brani in due lp per gustare la grande bellezza di uno dei dischi più ispirati degli ultimi dieci anni

Kiwanuka

Gianni Poglio

-

Dieci brani divisi in due lp sono una garanzia di qualità dell'ascolto. A maggior ragione se le dieci tracce sono opera di Michael Kiwanuka (classe 1987, nato in Inghilterra a Muswell Hill), uno dei migliori interpreti e songwriter in circolazione e per di più "lavorate" da uno di quei produttori che fanno la differenza, ovvero Danger Mouse

Detto questo Love & Hate in vinile (180 grammi) è assolutamente imperdibile per chi alla musica chiede emozioni e calore. I riferimenti e le citazioni sono altissimi, come alta è la qualità del songwrting. Gli echi di Marvin Gaye (ascoltate l'irresistibile title track), Isaac Hayes, Dr John e Otis Redding sono evidenti, così come le atmosfere morriconiane e a tratti floydiane (in particolare certi lampi di chitarra alla Gilmour). E poi c'è il sound generale dell'album, superbamente vintage e 70's con qualche eco di modernità (I'll never love), che non guasta. 

La perla del disco sono i dieci visionari e orchestrali minuti di Cold Little Heart uno dei pezzì più memorabili degli ultimi dieci anni. Black man in a white world è invece pura bellezza in chiave afro-gospel, mentre The Final Frame è una ballad indiimenticabile, struggente e intensa come certi capolavori black dei Seventies.  Imperdibile!

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Jimi Hendrix, Electric Ladyland: il piacere di riascoltarlo in vinile

Ecco come suona a 33 giri lo storico ultimo album della Jimi Hendrix Experience, il disco di Crosstown Traffic e Voodoo Chile...

Jimi Hendrix avrebbe 75 anni - I 15 brani indimenticabili

Il leggendario chitarrista americano, che ha rivoluzionato il modo di suonare la sei corde, è morto il 18 settembre 1970

Commenti