Michael Jackson: quattro anni senza - Le 5 canzoni che ne hanno fatto un mito

Omaggio alla più grande popstar di sempre: i brani memorabili

Michael Jsckson in concerto (Getty Images)

Gianni Poglio

-

DI Michael si è scritto tutto e il contrario di tutto. Negli ultimi giorni è apparsa l'ennesima notizia choc, quella secondo cui il Re del Pop non avrebbe mai dormito davvero negli ultimi due mesi di vita. Quello che è successo davvero in quel periodo purtroppo lo sa solo ed esclusivamente l'unica persona che non può più raccontarlo: lui. Per questo a quattro anni dalla sua scomparsa ci piace ricordarlo rituffandoci nella sua musica, troppo spesso messa in secondo piano dai rumors che hanno circondato la sua vita. Jackson, ballerino straordinario e musicista raffinato, ha cambiato la storia del pop e lo ha fatto con le canzoni, hit immortali che hanno ridefinito gli standard della musica da classifica. Ne abbiamo scelte cinque che hanno lasciato un segno indelebile.

Don't Stop 'til You Get Enough: un capolavoro disco music, paragonabile per bellezza ed impatto a Boogie Wonderland degli Earth Wind & Fire.

 

Beat: il primo clamoroso esempio di crossover, ovvero di contaminazione tra dance ed hard rock. Nel pezzo suonano Steve Lukather dei Toto ed Edward Van Halen, protagonista di uno degli assoli di chitarra più famosi di sempre. 

 

Thriller: a parte l'irrestibile groove dance, il brano è uno splendido esempio di canzone-film. Tra i suoni magistralmente prodotti da Quincy Jiones si avvertono decine di effetti speciali: porte che sbattono, ululati di lupo, rumore di passi e risate. Un classico senza tempo.

 

Say, Say, Say (con Paul McCartney): un gioiello pop, l'incontro tra due leggende. A rendere il tutto ancora più epocale, il produttore del brano: George Martin, il regista sonoro dei capolavori dei Beatles. 

Bad: spettacolare brano pop dance: pensato in origine per un duetto con Prince (che non è andato in porto), il brano racconta la storia di un ragazzo del ghetto che cerca di emanciparsi andando a studiare in una scuola privata, diventando così un traditore per i vecchi amici. 

 
© Riproduzione Riservata

Commenti