Gabriele Antonucci

-

Il 25 giugno del 2009, a causa di una dose eccessiva di Propofol somministrata colposamente dal suo medico curante Conrad Murray, Michael Jackson ci ha lasciati, gettando nello sconforto milioni di fan.

Dal tragico evento sono passati nove anni, un lasso di tempo che non ha offuscato minimamente la memoria dell’artista, ancora oggi indiscusso Re del Pop, oltre che il più influente per il sound degli artisti r&b di oggi (Bruno Mars, The Weeknd, Justin Timberlake, Ne-Yo, Chris Brown).

Il geniale artista americano, nato a Gary il 29 agosto del 1958, avrebbe compiuto oggi 60 anni, e chissà quanti altri capolavori ci avrebbe potuto regalare.

Un artista unico e inimitabile

L'ex-Jackson Five è stato il più grande performer di sempre, l’unico in grado di eccellere nel canto come nel ballo.

Ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura popolare degli ultimi quarant’anni, percorrendo strade artistiche che nessuno aveva mai intrapreso, trasformando i video in veri e propri film, innalzando il pop a forma d’arte a tutti gli effetti.

Il suoi passi vengono insegnati nelle scuole di danza moderna, i suoi album, sia di repertorio che postumi, vendono ancora migliaia di copie e ogni anno il numero dei suoi fan cresce in modo esponenziale.

È suo l’album più venduto nel mondo, Thriller, con oltre cento milioni di copie, un numero che continua a crescere ogni anno.

La sua discografia è attraversata da alcuni temi ricorrenti come la pace, la speranza, la difesa della natura e la fratellanza tra i popoli.

Il tributo italiano

In Italia, dove sono numerosissimi i fan del cantante, il suo compleanno sarà celebrato il 29 agosto dal concerto dei 3T, i nipoti di Michael Jackson insieme al quale hanno registrato due brani di grande successo, Why? e I need you, che si esibiranno per la prima volta a Napoli (ore19:30) al Teatro Mediterraneo, presso la Mostra d’Oltremare.

L’evento, presentato dalla giornalista Roberta Piergallini e con la direzione artistica di Aurora Pica, è organizzato da MJJ Foundation Naples Onlus e Magic Michael Jackson Day.

I proventi della serata saranno devoluti a un progetto solidale, in memoria della straordinaria opera di beneficenza che Michael Jackson che ha compiuto durante la sua vita a favore di persone malate e disagiate di tutto il mondo. 

Non tutti sanno che appartiene al Re del Pop il record di maggior filantropo nello show business (certificato dal Guinnes dei primati), con quasi quattrocento milioni di dollari donati in opere di beneficenza e di filantropia, in particolare ospedali e orfanotrofi.

Un grande musical nel 2022

The Michael Jackson Estate, la fondazione che gestisce l’eredità artistica e patrimoniale del cantante, in collaborazione con Columbia Live Stage, sta già lavorando a un grande musical dedicato alla vita di Michael Jackson, che dovrebbe andare in scena a Broadway nel 2022.

La regia dovrebbe essere affidata al coreografo inglese Christopher Wheeldon, già regista e coreografo di “Alice’s adventures in wonderland” e “The winter’s tale” al Royal Ballet di Londra e “An American in Paris”, grazie al quale ha anche vinto un Tony Award nel 2015.

La sceneggiatura, invece, dovrebbe essere scritta dalla sceneggiatrice americana Lynn Nottage, già vincitrice di due premi Pulitzer, a cui sarà affidata anche la stesura del libro che accompagnerà l’uscita del musical.

Lo spettacolo sarà il terzo dedicato al Re del Pop, dopo “Michael Jackson: The Immortal World Tour” del 2011 e “Michael Jackson One” del 2013, entrambi a opera del Cirque du Soleil, la famosa compagnia circense canadese.

Le canzoni immortali

Vediamo insieme, per celebare i suoi 60 anni, i 15 capolavori del geniale cantante di Gary, in ordine rigorosamente cronologico, brani che hanno cambiato per sempre la cultura pop, lanciando nuovi stili e tendenze. 


1) Don't Stop 'Til You Get Enough (1979)

“Touch me and I feel on fire/Ain't nothing like a love desire/Hoo I'm melting I'm melting/like hot candle wax/ Sensation ah sensation/ lovely where we're at ooh”.

2) Rock with you (1979)

“Girl when you dance/ There's a magic that must be love/ Just take it slow/ 'Cause we got so far to go/ You gotta feel that heat/ And we can ride the boogie/ Share that beat of love”.

3) Working day and night (1979)

“You say that workin'/ Is what a man's supposed to do/ But I say it ain't right/ If I can't give sweet love to you (Ah)”.

4) Thriller (1982)

“You hear the door slam/And realize there's nowhere left to run/ You feel the cold hand/ And wonder if you'll ever see the sun”.

5) Beat it (1982)

“They're out to get you, better leave while you can/ Don't want to be a boy, you want to be a man/ You want to stay alive, better do what you can/ So beat it, just beat it”.

6) Billie Jean (1982)

“People always told me be careful of what you do/ And don't go around breaking young girls' hearts/ And mother always told me be careful of who you love/ And be careful of what you do 'cause the lie becomes the truth”.

7) Man in the mirror (1987)

“I see the kids in the streets,/ With not enough to eat/ Who am I to be blind?/ Pretending not to see their needs”.

8) Smooth criminal (1987)

“As he came into the window/ It was the sound of a crescendo/ He came into her apartment/ He left the bloodstains on the carpet”.

9) Bad (1987)

“Well they say the sky's the limit/ And to me that's really true/ But my friend you have seen nothin'/ Just wait 'til I get through”.

10) Black or white (1991)

“Don't tell me you agree with me/ When I saw you kicking dirt in my eye/ But, if you're thinkin' about my baby/ It don't matter if you're black or white”.

11) Will you be there (1991)

“But they told me/A man should be faithful/And walk when not able/ And fight till the end/ But I'm only human”.

12) They Don't Care About Us (1995)

“Tell me what has become of my life/ I have a wife and two children who love me / I am the victim of police brutality, no/ I'm tired of being the victim of hate”.

13) Stranger in Moscow (1995)

“Kremlin's shadow belittlin' me/ Stalin's tomb won't let me be/ On and on and on it came/ Wish the rain would just let me”.

14) Speechless (2001)

“Your love is magical, that's how I feel/ But I have not the words here to explain/ Gone is the grace for expressions of passion/ But there are worlds and worlds of ways to explain/ To tell you how I feel”.

15) One more chance (2003)

“If you see her/ tell her this for me/ All I need is/ One more chance at love/ One more chance at love (One more)”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Michael Jackson: i 5 album indispensabili del Re del Pop

Da "Off the wall" a "HIStory", i cinque capolavori imperdibili del compianto artista di Gary, morto nove anni fa, il 25 giugno 2009

Michael Jackson: "Thriller", i 35 anni del miglior video musicale di sempre

L'iconico cortometraggio di John Landis è stato proiettato per la prima volta il 2 dicembre 1983 da MTV

Bruno Mars: è davvero l’unico erede di Michael Jackson?

Il cantante hawaiano, in concerto il 12 giugno a Bologna e il 15 a Milano, ha molti punti in comune con il Re del Pop, che gli è superiore dal punto di vista creativo

Michael Jackson: un biopic racconterà gli ultimi anni del Re del Pop

"Michael Jackson: Searching for Neverland", trasmesso dal network Lifetime, è basato sul libro scritto nel 2014 dai suoi due bodyguard Bill Whitfield e Javon Beard

Michael Jackson: nessuno vuole comprare Neverland

Il ranch del Re del Pop è ora acquistabile per "soli" 67 milioni di dollari

Prince e Michael Jackson: così simili, così diversi

I due artisti, nati entrambi nel 1958, hanno dominato la musica degli anni Ottanta

Commenti