Anche se i metallari più intransigenti vi diranno che i Metallica non sono più gli stessi dai tempi dell’album d’esordio Kill’em all, non dategli ascolto: la band guidata da James Hetfield  è ancora oggi una delle più potenti e spettacolari dal vivo.

Una potenza di fuoco che potrà essere apprezzata nel 2018, quando il WorldWiredTour sbarcherà in Italia per tre appuntamenti: il 10 febbraio al Pala Alpitour di Torino e il 12 e 14 febbraio 2018 all'Unipol Arena di Bologna.
Gli iscritti al Legacy Met Club potranno accedere ad una prevendita dedicata a partire dalle 10.00 del 21 marzo.

Gli iscritti a #MyLiveNation potranno accedere a una prevendita anticipata dalle 10.00 del 22 marzo.
La vendita generale dei biglietti partirà venerdì 24 marzo alle ore 10.00 su ticketone.it e nei punti vendita autorizzati

Tutti biglietti riporteranno il nome dell'acquirente così come presente sulla carta di credito utilizzata per il pagamento. Il titolare del pagamento dovrà presentare all'ingresso, unitamente al biglietto, la carta di credito utilizzata per il pagamento e un documento di identità. Se i biglietti verranno ritirati sul luogo dell'evento, dovranno essere presentati all'atto del ritiro la carta di credito utilizzata per l'acquisto e un documento d'identità di colui che ha effettuato l'acquisto.

Ogni biglietto acquistato tramite i canali ufficiali comprenderà una copia fisica o digitale di Hardwired…To Self-Destruct. Le informazioni saranno fornite nella mail di conferma dell'acquisto biglietti. Le istruzioni su come regalare l’album, nel caso l’acquirente già lo possieda, saranno disponibili sulla pagina dedicata al download. La scelta della copia fisica dell’album comporterà il sostenimento delle spese di spedizione.

Vi proponiamo qui le cinque canzoni che hanno reso i Metallica la band più importante del rock-metal, con nove Grammy Awards vinti e cento milioni di dischi venduti.

Master of puppets: La canzone più rappresentativa del gruppo e la più amata dai fan, scandita da un riff micidiale, uno dei più famosi del rock. Il testo, piuttosto criptico, sembra riferirsi all’abuso di sostanze stupefacenti. L’influenza della scrittura nera di H.P.Lovecraft è qui più esplicita che mai.

Enter Sandman: L’apertura del leggendario Black Album è un brano scritto da Hetfield sulle paure che affiggono un bambino, nel quale viene recitata anche la preghiera tradizionale anglosassone Now I Lay Me Down to Sleep. Inizialmente la canzone venne pensata come theme song per il wrestler Jim Fullington, il cui nome d'arte è The Sandman. Enter Sandman, certificata disco d’oro nel 1991 con 500.000 copie vendute negli Usa, è l’unico brano dei Metallica inserito nella classifica delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.

Nothing else matters: Indimenticabile l’arpeggio di questa canzone, forse la power ballad più famosa di sempre, che dimostra come si possano rallentare i ritmi senza perdere un briciolo di impatto. Il brano, composto da Hetfield mentre era al telefono con la sua ragazza, è oggi una dichiarazione d’amore per i loro fedeli fan, che non può assolutamente mancare nella scaletta di un concerto.

One: Primo video dei Metallica, Grammy Award nel 1989 come migliore interpretazione metal, la canzone è preceduta dal vivo da spettacolari giochi pirotecnici, che evocano i suoni di guerra della versione in studio. L’assolo di chitarra di Kirk Hammett è considerato il settimo migliore di sempre dalla rivista Guitar World.

Fade to black: Magnifica l’introduzione nella quale si intersecano delicatamente chitarra acustica e chitarra elettrica, per poi esplodere in un potentissimo riff nel ritornello strumentale. Canzone introspettiva sulla depressione e sul vuoto esistenziale, suonata dal vivo oltre mille volte nei concerti dei Metallica. Mai come in questo caso, repetita iuvant.

© Riproduzione Riservata

Commenti