"Il metal spiegato ai bambini", un libro del chitarrista di Ozzy Osbourne

Zakk Wylde, un pedagogo molto speciale

Zakk Wylde, "Il metal spiegato ai bambini", Tsounami edizioni (ufficio stampa)

Micol De Pas

-

Per la serie, le brave ragazze vanno in paradiso e le cattive dappertutto. O anche quel We don’t need your education dei Pink Floyd potrebbe funzionare benissimo per introdurre questo libro. Siamo alle prese con qualcosa di decisamente anti pedagogico: Il Metal spiegato ai bambini del chitarrista di Ozzy Osbourne, Zakk Wylde. In verità le teorie sul tema sono molte e in contraddizione tra loro, ma l'autore ne sposa, con decisione estrema, una sola: non educare è la migliore educazione.

Leggerlo è un po’ come mettersi in cuffia con la musica di cui parla: un viaggio duro, rumoroso, iperenergetico, deflagrante nel Metal. Tanto che la Black Label Society si sente in dovere di fare una premessa, che suona come un avvertimento:

«All’interno di questo volume non esiste alcuna parola che abbia senso, e nel realizzarlo non sono state prese decisioni razionali o ben ponderate. Questo libro è stato pianificato, sviluppato, scritto e proposto nella più completa e totale idiozia degli autori. A dirla tutta, questo libro è così orrendo che il solo contatto fisico con le sue pagine può causare vertigini, perdita della memoria, nausea, vomito e repentino svuotamento intestinale. Gli autori ci tengono a consigliarvi di non provare a ripetere alcuna delle bravate descritte al suo interno, a parte quelle veramente fighe».

Una volta letto il bugiardino, si può cominciare con la somministrazione del “medicinale”: leggere con attenzione, se tutto d’un fiato o poche pagine al giorno dipende dalla tempra dei lettori. A cui si rivolge direttamente l’autore: « Mi piacerebbe dirvi che ho inventato di sana pianta la gran parte delle storie rock’n’roll incredibilmente patetiche che state per leggere, ma sfortunatamente sono tutte sin troppo vere».

E dopo essersi interrogato sulla nascita del genere musicale che ha fatto dei vichinghi i Mozart della nuova era e del martello di Thor il metallo da onorare, Zakk Wylde rivela la sua scoperta: il Metal è dentro di noi, «E cioè esattamente nel punto in cui il vostro stomaco finisce ed iniziano le budella».

Un estratto dal libro

«Ti avvicini al Metal cercando di essere il musicista migliore che puoi, esercitandoti sino a quando le dita non ti sanguinano e ti vengono i calli, studiando i maestri di questa arte che hai appena scoperto. Cacci i soldi per comprarti la miglior attrezzatura che il tuo portafoglio possa permet- tersi, e ti unisci ad altri nella ricerca del medesimo Santo Graal. Ma a parte questo, ciò che rimane ha l’effetto di una sveglia incredibilmente brusca. Tutto quello che prendi davvero sul serio, ciò che per te è quanto di più sacro, si fa strada attraverso le chiappe e ti finisce dritto nel culo, con l’intestino crasso che si sventra da solo. È lì che capisci di essere arrivato nel mondo del Metal.

Ma non abbiate paura, miei cari e care Berzerker, perché qui non dovrete subire alcun assalto al vostro colon. Così come Gesù ha portato la croce perché noi tutti non dovessimo soffrire il suo fardello, io mi sono già sacrificato in modo che nessuno di voi debba subire il mostruo- so sfondamento di culo del rock’n’roll. Beh, non è che me lo sia preso proprio tutto – anche voi avrete la vostra bella razione di cazzo e palle (musicalmente parlando, s’intende). E dopo aver letto questo libro, si spera che quando verrete penetrati e sbattuti nei peggio modi possibili vi sentiate come se a farlo sia il mignolino di Jenna Jameson, piuttosto che il pugno di Brock Lesnar. Sto per condividere con voi una parte delle mie conquiste e stravaganze musicali, nonché qualche piccolo consiglio per risparmiarvi un po’ di quel lungo e funesto cammino che state per intraprendere».

Il Metal spiegato ai bambini, di Zakk Wylde e Eric Hendrikx, Tsounami edizioni

316 pagine, 20 euro

Tra tutti coloro che acquisteranno il libro sul sito Tsunami entro il 30 maggio, il 31 maggio sarà estratta a sorte una chitarra Epiphone Les Paul Custom Zakk Wylde Bullseye

© Riproduzione Riservata

Commenti