Sono in molti a pensare che il vero inno nazionale, invece di quello di Mameli, sia Volare dell’indimenticabile Domenico Modugno. Attore, cantautore, cantante  dalla travolgente forza interpretativa, «mister Volare» è stato un uomo semplice e forte che, nonostante il grande successo, non ha mai rinnegato le sue radici popolari ed è ancora oggi un esempio per tutti quelli che si avvicinano al mondo della musica.

Il 6 agosto Polignano a Mare, città natale del grande artista scomparso nel 1994, ospiterà per il quarto anno consecutivo Meraviglioso Modugno, manifestazione organizzata dal Comune di Polignano insieme a Puglia Sounds, con il patrocinio di Siae e Federautori, per celebrare Mister Volare attraverso le sue canzoni e per rendere il piccolo centro sull’Adriatico un luogo di ricerca per la musica d’autore.

I protagonisti della serata saranno Morgan, Enrico Ruggeri, Dolcenera e Riccardo Scamarcio, che ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare per aver contribuito a promuovere l’immagine dell’accogliente località pugliese.

La presenza sul palco di l’Orchestra di Piazza Vittorio con Mama Marjas, Francesca Michielin, Francesco Gabbani e Giosada testimonia l’attenzione particolare che quest’anno Meraviglioso Modugno riserva alle nuove generazioni di autori e interpreti, anche con l’affidamento speciale della co-conduzione accanto a Maria Cristina Zoppa a una coppia inedita di voci, Giovanni Caccamo ed Ermal Meta, volti nuovi della musica italiana.

La stessa Maria Cristina Zoppa cura con Stefano Senardi la direzione artistica della serata, incentrata quest’anno sul tema dell’immigrazione. Partendo dai versi "Ti hanno inventato il mare" tratti da Meraviglioso, canzone del 1968 con testi di Riccardo Pazzaglia, verranno messi a confronto il mare come bellezza e il mare come male del secolo, temi intorno ai quali ruoteranno le scelte dei cantanti invitati a reinterpretare il repertorio di Modugno.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti