Marracash: "La tipa del tipo". Per un 2014 da King

Nuovo singolo in radio e su iTunes dal 28 giugno 2013. Una (bella) traccia per l'estate in attesa del nuovo album di inediti

Alessandro Alicandri

-

Marracash con "La tipa del tipo" ci avvisa che sta tornando, anche se la verità è che non se n'è mai andato. Perché il King del Rap è ormai diventato un patrimonio nazionale, uno di quei nomi che in modo raro è all'esatto centro tra il pubblico commerciale e quello "underground" enza aver deluso nessuno dei due.

Non è un caso che il suo brano più ascoltato su Spotify è "S.E.N.I.C.A.R", canzone che non è mai diventata singolo ufficiale. Il pubblico di Marra, ascolta tutto ed è molto attento. Non segue di certo il calendario delle radio e della tv.

Questo ritorno estivo, in attesa del nuovo album in uscita nel 2014, promette bene per il futuro. "La tipa del tipo", prodotta da Dj Tayone (lo stesso che si è occupato della produzione del brano del 2011 "King del rap") ha un testo serrato, velocissimo, ricco di parole anche se la sua missione è chiaramente ludica. C'è una citazione molto chiara all'inno del rock degli Steppenwolf "Born to be wild" e alcuni accenni ritmici funky house di "212" di Azealia Banks.

Nel testo, ricco di riferimenti al mondo femminile, cita "l'imitatrice di Belen Rodriguez" Virginia Raffaele, la modella Bianca Balti e la giornalista Luisella Costamagna. È un pezzo con un ritornello scioglilingua e un testo divertente che sta già scalando le classifiche di iTunes senza alcuna promozione. Una traccia per i fan, certo, ma con le potenzialità per essere ascoltato anche fuori dai confini del suo pubblico.

Marracash, oltre alla conduzione della seconda edizione di "Mtv Spit", ha collaborato nel 2013 negli album di Andrea Nardinocchi, Baby K, Gué Pequeno, Clementino e siamo ancora metà dell'anno. E non c'è cosa sua (anche solo lateralmente) che non sia  al centro dell'attenzione della Rete. È Re Mida autorevole, immerso nel reale, molto più trasversale per il pubblico di quello che comunemente si pensa.

Ciò che "La tipa del tipo" presagisce per il prossimo anno un disco molto più ambizioso di "King del rap", che entri nella classifica non in punta di piedi. Marra sta per tornare, e siamo certi ci riserverà un sacco di sorprese. Farsi chiamare King del Rap (4 K), deve ricordarselo bene, è una grande responsabilità.

© Riproduzione Riservata

Commenti