Musica

Marco Mengoni: perché è stato premiato al Senato

Il riconoscimento è stato consegnato stamattina da Vincenzo Spadafora, garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.

Marco Mengoni

Gabriele Antonucci

-

Vincitore della terza edizione di X-Factor e del Festival di Sanremo 2013 con la ballad L’essenziale, Marco Mengoni, a ventisei anni e con soli tre album all’attivo, si è già conquistato un posto stabile tra i big della musica italiana grazie alla sua versatilità di interprete e alla sua straordinaria voce con venature soul.

Chissà che Mengoni, visto il consenso pressochè unanime di cui gode e la trasversalità del suo pubblico, non pensi un domani a una carriera politica, magari mettendo la sua esperienza a disposizione della musica e della cultura.

Una provocazione lanciata oggi da Piero Grasso, Presidente del Senato dove oggi il “Re matto” è stato premiato da Vincenzo Spadafora, garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, durante la relazione annuale al Parlamento.

“Vieni premiato qui dopo avere vinto le ‘primarie’ di X Factor -ha scherzato Grasso-  Se ti candidassi alle elezioni, rischieresti anche di vincerle”.

Il premio, realizzato dall’artista Claudio Franchi, è un pentagramma in cui sono scomposte le lettere della parola ‘Ascoltare’. Tra i 75 personaggi più seguiti dagli adolescenti, il Garante, tramite una ricerca condotta da Blog Meter, ha premiato Marco Mengoni per i temi delle sue canzoni e per i messaggi positivi che l’artista lancia attraverso la sua musica.

“I temi delle sue canzoni – ha detto il garante nazionale Vincenzo Spadafora – sono da sempre condivisi con l’attività dell’autorità di garanzia per l’infanzia e l’adolescenza”.

Le motivazioni ufficiali del premio sono le seguenti: “La stima professionale, la simpatia, la carica umana e sociale delle sue canzoni non sono le sole motivazioni. I fan credono in lui, si fidano, ne seguono gli insegnamenti, apprezzano le sue battaglie, in musica e con l’impegno personale, ammirano l’avere comunicato, attraverso i brani e le dichiarazioni, la forza delle fragilità e delle diversità. Di più: l’importanza dell’essere umano nella sua complessità. Dignità, rispetto, coraggio, ascolto: temi che sono al centro da sempre dell’attività dell’Autorità di garanzia presieduta da Vincenzo Spadafora. Mengoni è un simbolo e un punto di riferimento per molti ragazzi anche perché ha utilizzato la sua popolarità in rete in modo responsabile. Pronti a correre insieme!”.

“Mi stupisce un po’ – ha detto Marco Mengoni, visibilmente emozionato– perché per me è normale e naturale vivere di questi messaggi, mettere questo nella mia musica e nei miei testi. Continuerò a vivere come ho sempre fatto, e come i miei genitori e le persone che ho incontrato mi hanno insegnato a fare. L’unica parola che uso oggi è grazie”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Marco Mengoni: il primo ascolto di Guerriero

La recensione del nuovo brano. In attesa degli album (ben 2), in arrivo nel 2015

Marco Mengoni: l'ascolto di Parole in Circolo

La recensione del nuovo album. Sentirete la forza della sua fragilità

Marco Mengoni: l'ascolto di "Esseri Umani"

Ti svegli e dovresti parlare di "solo" una canzone. Poi, finisce così

Commenti