Rita Fenini

-

Con l’ottima acustica naturale, circa 2500 posti, 104 palchi e un palcoscenico di dimensioni notevoli, le Stagioni liriche dello Sferisterio di Macerata, dal 1967 ad oggi, richiamano il pubblico più esigente ad applaudire originali proposte e cast prestigiosi, in una struttura felicissima, monumentale ma intima, che garantisce una perfetta visibilità ed una eccellente acustica. Artisti famosissimi in tutto il mondo hanno calcato questo palco e per la cinquantunesima stagione del "Macerata Opera Festival", il banchetto musicale preparato da Francesco Micheli guarda al tema di Expo 2015 già a partire dal titolo: "Nutrire l’anima". In programma dal 17 luglio al 9 agosto all’ Arena Sferisterio di Macerata, in cartellone quattro opere cardine del repertorio italiano: "Rigoletto" di Giuseppe Verdi, per la regia di Federico Grazzini e con al direzione di Francesco Lanzillotta (che chiude la trilogia popolare inaugurata nel 2013 con "Il trovatore" e proseguita nel 2014 con la ripresa di "La traviata degli Specchi"); segue il dittico “verista” costituito da "Pagliacci" di Ruggero Leoncavallo e "Cavalleria rusticana" di Pietro Mascagni, con la regia di Alessandro Talevi e la direzione di Christopher Franklin; completa il programma "La Bohème" di Giacomo Puccini, ripresa dello spettacolo del 2013 con la regia di Leo Muscato (vincitore del Premio Abbiati) e la direzione di David Crescenzi

Nutrire l’anima
51° Macerata Opera Festival
17 luglio - 9 agosto 2015
Arena Sferisterio, Macerata

www.sferisterio.it

© Riproduzione Riservata

Commenti