Gabriele Antonucci

-

Ognuno di noi, anche il più refrattario alla musica italiana, ha un vivido ricordo legato a una canzone di Lucio Battisti, che ha dato vita insieme a Mogol ad alcune delle più importanti pagine della nostra cultura popolare. Canzoni senza tempo, che sono ancora un approdo sicuro per chi cerca musica di qualità, in grado di attraversare i decenni senza perdere nulla della loro freschezza e della loro ispirazione.

A quasi vent’anni dalla morte dell’indimenticabile cantante di Poggio Bustone, scomparso il  9 settembre del 1998,  il 29 settembre esce nei negozi il cofanetto Masters, targato Sony Music, contenente 60 brani estratti direttamente dai nastri analogici originali restaurati e rimasterizzati a 24bit/192KHZ, la migliore definizione attualmente possibile.

La raccolta permette finalmente di apprezzare "Battisti come non l’hai mai ascoltato", a 50 anni esatti dalla prima pubblicazione del brano 29 settembre, interpretato dall’Equipe 84 e firmato da Lucio, che arrivò al primo posto in classifica dando il la alla sua straordinaria carriera.

Masters è disponibile in tre versioni: Cofanetto 4 CD + booklet di 24 pagine con foto e interviste a Geoff Westley, Alessandro Colombini, Franz Di Cioccio e Alberto Radius ; Cofanetto Deluxe 8 LP in pasta colorata + booklet 12 pagine con foto e interviste a Geoff Westley, Alessandro Colombini, Franz Di Cioccio e Alberto Radius; Cofabetto versione triplo LP.

Le celebrazioni verranno anche accompagnate da un temporary store dove artisti della scena musicale italiana si alterneranno tutte le sere. Il temporary store sarà attivo per una settimana, a partire da venerdì 29 settembre e fino a giovedì 5 ottobre, presso il negozio Vinile di Milano (Via Tadino, 17).

A differenza di altre raccolte ridondanti e di dubbia utilità, Masters rende finalmente giustizia a Battisti con un'ampia selezione dei suoi brani più significativi con una qualità audio all'altezza della tecnologia attuale, in modo da essere apprezzata anche dai millennials che  magari lo conscono solo attraverso i racconti dei genitori.

Il paradosso di Battisti

Il paradosso di Battisti è quello di essere forse il cantautore più amato in Italia ma, al tempo stesso, quello più "invisibile" non solo a livello discografico (soprattutto se paragonato ad altri importanti artisti italiani, i cui cd affollano gli scaffali dei mediastore) ma soprattutto in ambito digitale, fondamentale nel 2017: le sue canzoni non sono in vendita su iTunes, non si possono ascoltare su Spotify se non attraverso le raccolte in cui sono presenti, su YouTube sono caricati solo video non ufficiali di pessima qualità.

Il brand Battisti non può essere utilizzato per un festival  o per una fondazione a lui intitolata, per non parlare di spot pubblicitari e colonne sonore di film con le sue canzoni, a causa della ben nota ritrosia di Grazia Letizia Veronese, vedova di Lucio Battisti e comproprietaria dell'Acqua Azzurra edizioni musicali, notoriamente poco propensa a concedere il riutilizzo delle canzoni del marito.

Ritrosia che, è bene sottolineare, è probabilmente anche frutto delle ultime volontà del cantante, che negli ultimi anni di carriera si è tenuto scientemente lontano dal clamore dei media e dalle luci della ribalta, sulla scia di Mina, lasciando parlare i suoi dischi, anche quelli più ermetici realizzati insieme al paroliere Pasquale Panella.

La battaglia legale tra Mogol e la vedova Battisti

Mogol ha ottenuto la scorsa estate una prima, parziale vittoria nella lunga querelle con Grazia Letizia Veronese con un risarcimento di €2.651.495,00 (a fronte degli 8 richiesti), più gli interessi e le spese legali, ottenuto dall’avvocato Maria Grazia Maxia, legale e amica di lunga data del grande autore.

Il Tribunale  ha quindi condannato “l’ostracismo” opposto dalla vedova Battisti a qualsiasi utilizzo, promozione e  celebrazione di brani del marito Lucio Battisti e in particolare ha ritenuto illegittimo  il rifiuto delle proposte di sincronizzazione in spot pubblicitari e colonne sonore di film  delle note  canzoni del repertorio Mogol Battisti. Una vittoria parziale, perché Grazia Veronese è ricorsa in appello per impugnare la sentenza.

La lunga disputa tra gli eredi del cantante e Mogol ha affossato i conti dell’ Azzurra, in liquidazione da quest'anno, che ha riportato una perdita di 1,6 milioni di euro a fine 2016, contro un utile di 510mila euro dell'anno precedente. In attesa della sentenza di appello, prevista per la primavera 2018, Mogol ha chiesto tramite il suo legale il pignoramento dei beni della società, bloccandone le liquidità che ammontano a 1,2 milioni di euro.

Una guerra senza vincitori né vinti, mentre con la raccolta Masters a vincere saranno i tanti fan del compianto artista di Poggio Bustone che, finalmente, potranno ascoltare al meglio la sua voce emozionante, ricca di anima, inimitabile.

La tracklist di "Masters"

Vediamo la tracklist dei cofanetti 4 CD e 8 LP:


  • “Un'avventura”, “29 settembre”, “Balla Linda”, “Io vivrò senza te”, “Nel cuore, nell'anima”, “Acqua azzurra, acqua chiara”, “Fiori rosa, fiori di pesco”, “Il tempo di morire”, “Mi ritorni in mente”, “Emozioni”, “Dieci ragazze”, “Anna”, “7 e 40”, “La collina dei ciliegi”, “Pensieri e parole”, “Il mio canto libero”, “Il nostro caro angelo”


  • “La luce dell'est”, “I giardini di marzo”, “Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi”, “Innocenti evasioni”, “E penso a te”, “La canzone del sole”, “Anche per te”, “Comunque bella”, “Le tre verità”, “Dio mio no”, “Anima latina”, “Due mondi”, “La canzone della terra”, “Ancora tu”, “Amarsi un po’”.


  • “Una donna per amico”, “Nessun dolore”, “Si, viaggiare”, “Dove arriva quel cespuglio”, “Aver paura d'innamorarsi troppo”, “Il veliero”, “Neanche un minuto di non amore", “Ho un anno di più”, “Perchè no”, “Con il nastro rosa”, “Respirando”, “Perchè non sei una mela”, “Prendila così”, “Una giornata uggiosa”


  • “E già”, “La sposa occidentale”, “Don Giovanni”, “Equivoci amici”, “L'apparenza”, “Scrivi il tuo nome”, “Le cose che pensano”, “A portata di mano”, “Così gli dei sarebbero”, “Hegel”, “La bellezza riunita”, “A song to feel alive”, “Potrebbe essere sera”, “Cosa succederà alla ragazza”


Questa la tracklist della versione triplo LP:


  • “Un'avventura”, “La collina dei ciliegi”, “Io vivrò senza te”, “Nel cuore, nell'anima”, “Fiori rosa, fiori di pesco”, “Mi ritorni in mente”, “Comunque bella”, “7 e 40”, “Emozioni”, “Anna”.


  • “29 settembre”, “Due mondi”, “La luce dell'est”, “Il mio canto libero”, “Pensieri e parole”, “Dieci ragazze”, “Acqua azzurra, acqua chiara”, “Il nostro caro angelo”, “I giardini di marzo”


  • “La canzone del sole”, “Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi”, “Le tre verità”, “Amarsi un po’”, “E penso a te”, “Ancora tu”, “Una donna per amico”, “Don Giovanni”
© Riproduzione Riservata

Commenti