Gabriele Antonucci

-

Mancano pochi giorni all’uscita hip hop più attesa dell’anno, Damn, quarto lavoro in studio di Kendrick Lamar, il nuovo “black messiah” del rap, che uscirà il 21 aprile nei negozi fisici e digitali per la Interscope Records, a un anno di distanza da Untitled

Oggi l’artista californiano, dopo aver pubblicato una settimana fa l’eccellente singolo Humble (già 50 milioni di views su Youtube), ha annunciato la cover e la tracklist del nuovo album, in cui spicca la presenza degli U2 nel brano XXX, mentre Rihanna duetterà in Loyalty.

Gli altri ospiti del disco saranno i BADBADNOTGOOD, The Alchemist, J. Blake, Sounwave e Mike WILL Made-It.

Lamar, a soli 30 anni, è il nuovo re dell’hip hop. Una corona guadagnata sul campo grazie soprattutto a un album straordinario come To pimp a butterfly del 2015,  a nostro parere uno dei 10 migliori dischi hip hop di sempre, nel quale Kendrik ha dimostrato una maturità e una capacità descrittiva da grande narratore urbano.

-LEGGI ANCHE Kendrick Lamar, ecco perché "To Pimp a Butterfly" è una perla

Liriche politiche e al tempo stesso personali, scandite con un flow torrenziale, rese ancora più indimenticabili da un gruppo affiatato di musicisti jazz(tra cui il pianista Robert Glasper e il bassista Thundercat) in luogo dei consueti campionamenti, qui ridotti al minimo. La supervisione dell’album è di Dr.Dre, un nome che non ha certo bisogno di presentazioni.

-LEGGI ANCHE Dr Dre: le 10 canzoni fondamentali 

To pimp a butterfly si è aggiudicato nel 2016 quattro Grammy Awards come miglior canzone rap, miglior performance rap, miglior disco rap e miglior collaborazione con un artista rap, superando Kanye West, Drake, Lil Wayne e lo stesso Dr. Dre.

Nato nel 1987 a Compton, uno dei quartieri meno raccomandabili di Los Angeles dove sono cresciuti altri rapper illustri come Eazy-E, Dr. Dre e The Game, Kendrick è forse l’unico artista hip hop di oggi a mettere d’accordo pubblico, critica e colleghi.

Pharrell Williams lo ha addirittura paragonato a Bob Dylan per la sua abilità nello scrivere le liriche delle canzoni, mentre l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha affermato che How Much a Dollar Cost è una della sue canzoni preferite, tanto da invitarlo nel 2016 nello Studio Ovale della Casa Bianca.


-LEGGI ANCHE Obama invita Kendrick Lamar alla Casa Bianca: "Il mio rapper preferito"

Il giornalista Steve Marsh di GQ ha descritto Lamar come un «Ulisse nero, in grado di decostruire le violente figure retoriche del gangsta rap».

Di seguito la tracklist dell’album:

1.Blood

2.DNA

3.Yah

4.Element

5.Feel

6.Loyalty feat. Rihanna

7.Pride

8.Humble

9.Lust

10.Love

11.XXX feat. U2

12.Fear

13.God

14.Duckworth

© Riproduzione Riservata

Commenti