maxresdefault
Musica

Addio a John Berry, chitarrista e ideatore dei Beastie Boys

Il musicista si è spento a soli 52 anni dopo una malattia neurovegetativa. Fu lui ad inventare il nome del gruppo di New York nel 1981

Si è spento nell'ospedale di Danvers, nel Massachusetts, John Berry, tra i fondatori dei Beastie Boys, il gruppo rap formato esclusivamente da musicisti bianchi e nato a New York nel 1981.


Berry andava a scuola con un altro componente del gruppo, Michael Diamond aka Mike D, e proprio insieme a lui iniziò l'avventura della band scegliendone il nome e diventandone il chitarrista della prima formazione.

Beastie è l'acronimo della frase "Boys Entering Anarchistic States Towards Inner Excellence" e significa "Ragazzi che entrano in Stati anarchici per ottenere la perfezione interiore".

Dopo di lui arrivarono anche Kate Schellenbach e Adam Yauch per completare un quartetto che sarebbe durato fino al 1983, anno dell'addio di Berry al gruppo e dell'arrivo di Adam Horovitz, conosciuto come Adrock.

Nel 1986 anche Schellenbach lasciò la band, stesso anno dell'uscita di Licence To Ill, l'album prodotto dalla Def Jam che consacrò definitivamente il gruppo con un successo mondiale che resterà per sempre nella storia della musica. Dopo aver lasciato i Beastie Boys Berry ha continuato a suonare con altri gruppi, dai Big Fat Love ai Even Worse passando per gli Highway Stars e Bourbon Deluxe. 

Ricoverato in ospedale da tempo Berry soffriva di una tipologia di demenza neurodegenerativa in fase terminale. Si è spento nella notte del 19 maggio e a darne l'annuncio è stato il padre. Un nuovo lutto per la band, inserita nella Rock and Roll Hall of Fame, dopo la scomparsa di Adam Yauch nel 2012 per un tumore. 

© Riproduzione Riservata

Commenti