Musica

L'estate di Jess Glynne con "Hold My Hand"

La cantante che ha vinto un Grammy Award con i Clean Bandit (per "Rather Be") arriva - anche in Italia - con un disco che uscirà il prossimo agosto

Jess Glynne

Giovanni Ferrari

-

Forse il suo nome non vi dirà ancora nulla di particolare. Forse i suoi lunghi capelli rossi vi staranno già ricordando qualche altra artista. Ma appena scoprirete cosa ha fatto questa venticinquenne inglese, vi si illuminerà qualcosa nella mente (e, soprattutto, nel cuore). Pochi mesi fa, infatti, Jess Glynne ha ritirato al famoso Staples Center di Los Angeles un Grammy Awards, insieme ai Clean Bandit, per il brano Rather Be (Miglior registrazione dance). Pochi mesi dopo, ha collaborato con i Route 69 nella hit My Love

Dopo questi featuring di grandissimo successo, però, è arrivato per Jess Glynne il momento di intraprendere un nuovo percorso. Jess Glynne sta cercando infatti di dimostrare che è capace di camminare anche da sola. Sta cercando di dimostrare, poi, che superare la "sindrome da feat." è un'opportunità innanzitutto per farsi conoscere per ciò che realmente vale. 


E questo, a dir la verità, sta già avvenendo. Il suo singolo Hold My Hand è stato il brano più internazionale più suonato dalle radio italiane, ed è in ascesa in tutte le classifiche italiane (seguendo quanto sta già succedendo in Gran Bretagna). A fine agosto, infine, uscirà il suo primo album "I Cry When I Laugh". Sarà questa l'occasione più importante per Jess Glynne (che è stata definita da Billboard come "l'erede al femminile di Sam Smith"): per dimostrare tutto quello che la sua particolarissima vocalità contiene e ancora nasconde. 

© Riproduzione Riservata

Commenti