Jay-Z e Beyoncé a Cuba: i repubblicani all'attacco

Luna di miele con polemiche per la coppia d'oro del music business

Jay Z e Beyoncé all'Avana (Getty Images)

Gianni Poglio

-

Erano volati a Cuba per festeggiare il quinto anniversario del loro matrimonio, ma quello che doevva esseere un viaggio di piacere si sta trasformando in un incubo dai risvolti diplomatici. Due parlamentari repubblicani della Florida si sono rivolti all'Office of Foreign Assets Control del Dipartimento del Tesoro con una domanda precisa: perché alla celebre coppia è stato consentito andare a Cuba? La legge americana non permette transazioni finanziarie a Cuba per attività turistiche. Esiste un embargo da 51 anni che vieta ai cittadini americani di andare a Cuba anche solo in vacanza.

A rovinare definitivamente la festa alle due star ci si è messo poi anche il padre di Amy Winehouse, irritato per l'utilizzo da parte di Beyoncé del classico della figlia, Back to black, nella colonna sonora del Grande Gatsby, prodotta da Jay-Z. Il signor Winehouse vuole 100 mila dollari da devolvere alla fondazione Winehouse per i senza tetto.

Jay-Z e Beyoncé a Cuba

© Riproduzione Riservata

Commenti