Musica

Alla scoperta di IZI, il nuovo fenomeno del rap italiano

Dopo il ruolo da protagonista nel film "Zeta" il rapper genovese Diego Germini gira l'Italia con gli Instore di "Fenice", il suo primo album

Schermata-2016-04-16-alle-20.27.43

Matteo Politanò

-

IZI, tre lettere che capita di sentire sempre più spesso se si parla di musica rap in Italia. Diego Germini, genovese classe 1995, è stato scelto da Cosimo Alemà per il ruolo da protagonista nel film "Zeta" dove interpreta un giovane rapper italiano in cerca di fama.

Nella realtà però IZI un giovane rapper in cerca di fama lo è davvero, con molta più presa e credibilità del personaggio interpretato al cinema. 

Dopo l'uscita del film è stata la volta del suo primo album, "Fenice", e di una serie di instore in giro per l'Italia che non hanno potuto far altro che confermare un seguito esponenziale. 

Nella sua musica IZI racconta la voglia di emergere e credere nei propri sogni nonostante le difficoltà e le paure. Difficoltà che conosce bene, cresciuto nella cittadina del ponente ligure di Cogoleto e in studio, scrivendo i primi brani senza fissa dimora e in perenne lotta con la sua malattia, il diabete, accontentandosi di dormire in qualsiasi letto "anche bruciato, anche malmesso" come racconta nel singolo Chic.

 

Il nome IZI richiama l'assonanza di "easy", semplice, perché "per colpa del diabete devo cercare di somatizzare il meno possibile, di stare tranquillo, di non farmi inghiottire da ansie e paure. Insomma, devo vivermela easy...".

Alemà lo ha scelto tra tanti candidati, per quegli occhi profondi e quel mix di talento e rabbia che contraddistingue gli artisti che ce la fanno. Dalla prima audizione alle riprese c'é stato poco tempo per studiare recitazione, meglio prendere spunto dalla quotidianità e dal freestyle, la pura improvvisazione: "È tutta una questione di immedesimazione e sostituzione. Sul set sono stati tutti gentili e disponibili nell'aiutarmi, in particolare ringrazio Salvatore Esposito".

In Zeta hanno recitato anche tanti nomi grossi della scena, fonte di ispirazione per Zeta nel film e ormai colleghi per IZI nella vita vera. "È stato un piacere enorme conoscere Salmo ma chi mi ha sorpreso di più è Tormento, come usa il microfono lui non lo usa nessuno, c'è solo da imparare".

"Spero che la gente capisca il mio viaggio, che si lasci coinvolgere dalla mia musica e dalle mie parole. A volte cerco il silenzio nella mia testa e mi lascio trasportare, vorrei fare lo stesso con la musica. Il rap è il mio primo obiettivo, per il cinema non so come andrà ma io nella mia testa i film li facevo già..."

© Riproduzione Riservata

Commenti