Musica

Morte cerebrale per la figlia di Whitney: indagato il fidanzato

Bobbi Kristina, 21 anni, è in condizioni disperate: secondo Tmz.com, il compagno, Nick Gordon, sarebbe sotto inchiesta

Premiere Of Tri-Star Pictures' "Sparkle" - Red Carpet

Gianni Poglio

-

Secondo il sito americano TMZ, Nick Gordon il fidanzato di Bobbi Kristina Brown, 21 anni, figlia di Whitney Houston, sarebbe sotto indagine. Pare che i sospetti siano sorti per alcune ferite anomale sul corpo della ragazza ricoverata in ospedale, ad Atlanta, in condizioni disperate.

La polizia valuta l'ipotesi di una lite tra i due nelle ore precedenti il ritrovamento di Bobbi Kristina nella vasca da bagno della sua abitazione a Roswell, in Georgia.

Il padre della ragazza, Bobby Brown, spera in un miracolo che la salvi e non abbandona le speranze che la figlia avuta con Whitney Houston possa farcela nonostante il pessimismo dei medici che la seguono all'Emory Hospital di Atlanta.

Da quando è stata portata in ospedale sabato scorso, dopo essere stata trovata priva di sensi nella vasca da bagno, Bobbi Kristina, 21 anni, ha mostrato segni minimi di attività cerebrale. 

Una tragica coincidenza: era l'11 febbraio del 2012 quando Whitney Houston venne  trovata morta nella vasca da bagno di una suite al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills.


 

A prestare le prime cure a Bobbi Kristina era stato l'amico Maxwell Lomas che, in attesa dell’ambulanza, le aveva praticato un massaggio cardiaco.

Dalla morte della madre, nel febbraio 2012, Bobbi era stata ricoverata in ospedale due volte per attacchi di panico. La famiglia ha chiesto il rispetto della privacy: "Vi chiediamo di onorare la nostra richiesta di rispetto della privacy durante questo momento difficile. Grazie per le vostre preghiere, apprezziamo molto il vostro continuo sostegno".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Whitney Houston: un anno senza la sua voce

Era l'11 febbraio 2012: in suo onore, a Los Angeles, il gala che precede i Grammy Awards

Commenti