Musica

"Heroes", il classico di Bowie ispirato dal Muro di Berlino

Il brano-capolavoro nato dalla visione di due amanti negli anni della Guerra Fredda. Era il 1977...

Per celebrare il venticinquesimo anniversario della caduta del Muro, oggi Peter Gabriel canterà a Berlino Heroes di David Bowie.

La scelta non è casuale, perchè tra tutti i brani ispirati dal Muro che fu, quello di David Bowie è di gran lunga il più iconico e meglio riuscito.

Scritta da Bowie e Brian Eno, Heroes venne incisa nel 1977 proprio a Berlino negli Hansa Studios, la famosa sala d'incisione con vista sul Muro.

Questa, la strofa-simbolo della canzone contenuta nell'omonimo album:

"We can be Heroes, just for one day. We can be us, just for one day"


 

Il brano è la storia di due amanti divisi da quel tragico Muro di cemento che si incontrano furtivamente nella penombra e si baciano.

Per anni Bowie ha dichiarato di essersi ispirato  ad un'anonima coppia che aveva catturato la sua attenzione.

In realtà, i due amanti sotto il Muro erano il prooduttore del disco Tony Visconti e la corista  Antonia Maaß. Bowie, ai tempi, non svelò la vera storia del brano per tutelare il matrimonio di Visconti con Mary Hopkin, una cantante galles lanciata da Paul McCartney.

© Riproduzione Riservata

Commenti