Musica

Greta Van Fleet: i Led Zeppelin del nuovo Millennio

Vengono dal Michigan hanno un'età media di vent'anni e con le loro canzoni hanno impressionato un certo Robert Plant...

2018 Coachella Valley Music And Arts Festival - Weekend 2 - Day 1

Gianni Poglio

-

Iniziamo dalla formazione. I Greta Van Fleet sono in quattro, proprio come i Led Zeppelin: i tre fratelli Kiszka e Joshua, gemelli di 22 anni e Jake, di 19, oltre al batterista Danny Wagner, anche lui diciannovenne. 

Vengono dal Michigan, per la precisione da Frankenmuth, una cittadina di cinquemila abitanti. Ascoltando il loro brillante ep From The Fires quel che emerge chiaramente è una passione viscerale per il classic rock. Ad imporli all'attenzione mondiale è però la straordinaria somiglianza del loro sound a quello dei Led Zeppelin.

A cominciare dalla voce di Joshua che ha impressionato anche un vocaist degli anni Settanta, noto come Robert Plant. Che, interpellato sulla band, ha detto: "Hey, ma questi Greta Van Fleet sono come i Led Zeppelin e mi sembra di intuire a chi si sia ispirato il frontman...".

Hanno una notevole reputazione live i Greta Van Fleet, ma anche canzoni che, al di là dello stile Zeppelin, sono forti e potenti come dovrebbe essere il vero rock and roll. Certo, non si può però negare che quel che li rende così intriganti è proprio quel suono, quell'approccio agli strumenti che li collega direttamente alla leggendaria band di Robert Plant e Jimmy Page. 

Noi li abbiamo ascoltati e ci sono piaciuti. Assai...


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I 15 migliori album del 2018 (finora...)

La colonna sonora di Suspiria, le canzoni di David Byrne e gli album cult di Kamasi Washington, Jonathan Wilson, Greta Van Fleet, Jack White

Le 25 canzoni più belle del 2018 (finora...)

La nostra classifica in evoluzione: da Janelle Monae a Anderson Paak passando per David Byrne, Lenny Kravitz, Thom Yorke e Kanye West

I 15 migliori album italiani del 2018 (finora…)

Da Mario Biondi a Stylophonic, dai Decibel a Mina, passando per Max Gazzé, Calibro 35,Cosmo e Thegiornalisti, i dischi che ci sono piaciuti nel 2018

Commenti