Musica

Grammy Awards 2015: tutti i vincitori

La notte dello Staples Center ha decretato Sam Smith e Beck come i trionfatori dell'edizione numero 57 degli Oscar della musica

Sam Smith

Gabriele Antonucci

-

Sam Smith e Beck sono i trionfatori della lunga notte dei Grammy Awards allo Staples Center di  Los Angeles, dopo tre ore e mezza di spettacolari performance, premiazioni e grandi emozioni. Smith ha vinto quattro categorie, tra cui due delle più ambite, Record of the Year e Song of the Year per Stay With Me (Darkchild Remix), mentre Morning Phase di Beck ha vinto a sorpresa l’Album of the Year.

Per il londinese Sam Smith, 23 anni ancora da compiere, grande voce, alto quasi 1,90 m e con il viso paffuto, look sempre impeccabile a cui fanno da contrasto due vistosi orecchini, la serata era iniziata subito bene, con la vittoria di Best New Artist, ricalcando così le orme della connazionale Adele nel 2009.  “Questa è la migliore notte della mia vita – ha detto Smith,visibilmente emozionato, durante la premiazione- Voglio ringraziare l’uomo di cui mi sono innamorato un anno fa, a cui è dedicato l’album. Grazie per avermi spezzato il cuore, mi hai fatto vincere 4 Grammy”.La serata perfetta di Smith è stata completata dall’intensa interpretazione di Stay With Me accanto a Mary J. Blige .

Il californiano Beck, da vent'anni anni alfiere del rock lo-fi,  ha vinto nella sua Los Angeles il premio più ambito, quello di Album of the year, battendo i favoritissimi In the Lonely Hour di Sam Smith e l’omonimo album di Beyoncé. Il rocker, amatissimo dalla critica, si è aggiudicato anche le statuette come Best Rock Album and Best Engineered Album, Non-Classical. Beck, che ha avuto l’onore di ricevere il Grammy più importante dalle mani di un’icona come Prince, ha esaltato la platea dello Staples Center insieme a Chris Martin nel duetto di Heart Is a Drum.

Sia, Katy Perry e Ariana Grande sono le grandi deluse della notte dei Grammy, senza neanche un premio minore da esibire in bacheca, nonostante le trionfali vendite dei loro singoli.

Il tormentone dell’anno passato, Happy del prezzemolino Pharrell Williams, ha vinto due Grammy come Best Pop Solo Performance e Best Music Video. L'eclettico cantante e produttore si è aggiudicato anche una terza statuetta per il convincente Girl, giudicato Best Urban Contemporary Album.

Beyoncè ha aggiunto alla sua collezione tre Grammofonini, anche se in categorie minori: Best R&B Song ,Best R&B Performance e Best Surround Sound Album, in quanto surround producer dell’omonimo album. La Venere Nera del pop, nonostante la giovane età, ha già vinto 20 statuette.

Il regno dell’hip hop è da ieri una diarchia con due sovrani, Eminem e Kendrick Lamar, vincitori di due statuette ciascuno.

Syro di Aphex Twin ha sbaragliato la concorrenza nella categoria  Best Dance/Electronic Album mentre  Roseanne Cash fa incetta di Grammy, ben tre, nelle categorie Americana, una delle più amate negli Stati Uniti.

I Paramore si sono aggiudicati a sorpresa il Grammofonino per Best Rock Song  con Ain't It Fun, mentre St.Vincent, la musa di David Byrne,  ha vinto una meritatissima statuetta per l'omonimo St. Vincent, uno dei migliori dischi del 2014, come Best Alternative Rock Album.

La “strana coppia” formata da Tony Bennett e Lady Gaga ha svettato nella categoria Best Traditional Pop Vocal Album per l’eccellente Cheek To Cheek, che ha unito almeno tre generazioni di ascoltatori.

La dinastia Marley continua a tenere alta la bandiera del reggae con la vittoria dell’ormai esperto Ziggy in Best Reggae Album con Fly Rasta.

Risplendono nuovamente due stelle dell' r&b che negli ultimi anni si erano un po’ appannate,  quelle di Christina Aguilera, trionfatrice nel Best Pop Duo/Group Performance insieme al collettivo A Great Big World per la canzone Say something, e di Toni Braxton, che ha alzato la statuetta in coppia con Babyface per il loro Love, Marriage & Divorce, Best R&B Album.

Per quanto riguarda i live, Beyoncé ha introdotto la performance di John Legend e Common in  Glory, brano portante della colonna sonora del film Selma, con una straordinaria interpretazione dello standard gospel Precious Lord, Take My Hand.

Kanye West  ha cantato senza il suo nuovo socio Paul McCartney l'intensa Only One , scritta per la figlia , mentre il vecchio leone Jeff Lynne ha fatto rivivere la magia dell’Electric Light Orchestra , con Ed Sheeran alla chitarra, in Evil Woman del 1975 e Mr. Blue Sky del 1978, esaltando Paul McCartney e Taylor Swift tra gli spalti.

Madonna ha trasposto sul palco dello Staples Center il sensuale video di Living for Love, attorniata da ballerini con le corna e con il volto coperto, introdotta dalla sue “figliocce” Miley Cyrus e Nicki Minaj.

Il momento più atteso della serata era l’esibizione degli australiani Ac/Dc, con il nuovo batterista Chris Slade, che hanno esaltato gli spettatori dello Staples Center Rock con gli inni da stadio Rock or Bust e Highway to hell, dimostrando di essere ancora i numeri uno del rock . Non ce ne voglia Beck.

Di seguito trovate tutti i vincitori della varie categorie.

Record of the Year: Sam Smith - Stay With Me (Darkchild Version)

Song of the Year: Sam Smith - Stay With Me (Darkchild Version)

Album of the Year: Beck - Morning Phase

Best New Artist:Sam Smith

Best Pop Duo/Group Performance: A Great Big World With Christina Aguilera - Say Something

Best Traditional Pop Vocal Album: Tony Bennett & Lady Gaga - Cheek To Cheek

Best Pop Solo Performance:Pharrell Williams - Happy

Best Pop Vocal Album: Sam Smith - In The Lonely Hour

Best Rock Performance: Jack White - Lazaretto

Best Rock Album: Beck - Morning Phase

Best Rock Song: Paramore - Ain't It Fun

Best Alternative Rock Album:St. Vincent - St. Vincent

Best Metal Performance: Tenacious D - The Last In Line

Best Rap Performance:Kendrick Lamar - I

Best Rap/Sung Collaboration: Eminem Featuring Rihanna - The Monster

Best Rap Song: Kendrick Lamar - I

Best Rap Album: Eminem - The Marshall Mathers LP2

Best R&B Performance: Beyoncé Featuring Jay Z – Drunk In Love

Best Traditional R&B Performance:Robert Glasper Experiment Featuring Lalah Hathaway & Malcolm-Jamal Warner - Jesus Children

Best R&B Song:Beyoncé Featuring Jay Z - Drunk In Love

Best Urban Contemporary Album: Pharrell Williams - Girl

Best R&B Album: Toni Braxton & Babyface - Love, Marriage & Divorce

Best Contemporary Instrumental Album: Chris Thile & Edgar Meyer - Bass & Mandolin

Best Dance/Electronic Album: Aphex Twin - Syro

Best Dance Recording: Clean Bandit Featuring Jess Glynne - Rather Be

Best Compilation Soundtrack for Visual Media: Frozen

Best Score Soundtrack for Visual Media: The Grand Budapest Hotel

Best Song Written for Visual Media: Let It Go from Frozen

Best Country Album: Miranda Lambert - Platinum

Best Country Solo Performance: Carrie Underwood - Something In The Water

Best Country Duo/Group Performance: The Band Perry - Gentle On My Mind

Best Country Song: I'm Not Gonna Miss You

Best Bluegrass Album: The Earls Of Leicester - The Earls Of Leicester

Best American Roots Performance: Rosanne Cash - A Feather's Not A Bird

Best American Roots Song: Rosanne Cash - A Feather's Not A Bird

Best Americana Album: Rosanne Cash - The River & The Thread

Best Folk Album: Old Crow Medicine Show - Remedy

Best Music Video:Pharrell Williams - Happy

 

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rihanna: Paul McCartney e Kanye West ospiti di "FourFiveSeconds"

E' da oggi disponibile il nuovo video della cantante delle Barbados, che anticipa il suo ottavo album

Commenti