Musica

Giuseppe Gibboni: "Suono il violino ma ascolto i Pooh"

Il ragazzo ha vinto a soli quindici anni "Prodigi - La musica è vita", l'evento realizzato da Rai1 per Unicef

Giuseppe Gibboni, il vincitore di "Prodigi"

Giovanni Ferrari

-

Ha quindici anni ed è cresciuto in una famiglia dove la musica regna indiscussa. Giuseppe Gibboni ha vinto Prodigi - La musica è vita, l'evento organizzato da Rai1 in collaborazione con Unicef. Il ragazzo di Campagna (in provincia di Salerno) si è aggiudicato la vittoria davanti a quasi 3 milioni di telespettatori.

"Mio padre è violinista, mia madre è pianista e le mie due sorelle gemelle sono entrambe violiniste. Io sono nato immerso nei suoni", ci ha raccontato Giuseppe. "Ho iniziato con il violoncello. Ma a un certo punto ho detto a mio padre: 'Ora suono il violoncello ma da grande voglio diventare violinista'". Così, ha intrapreso gli studi al Conservatorio ("Lo sto ancora frequentando: voglio diventare un concertista") e si è fatto conoscere da alcune trasmissioni televisive (oltre al recente Prodigi, anche Italia's Got Talent, I fatti vostri e Mattina in famiglia). 

Giuseppe è nato il 16 maggio, giorno fortunato per chi vuole diventare artista (in questa data sono nati, infatti, Laura Pausini, Fiorello, Dolcenera e Claudio Baglioni). Quindi, la domanda viene spontanea: "Quali sono i riferimenti musicali nel mondo pop?". La risposta stupisce: "Ascolto molta musica classica, importante per la mia formazione. Ma nei momenti di svago ascolto musica anni Settanta e Ottanta. E adoro i Pooh". 

Il suo album di debutto per la Warner Classics è già disponibile in tutti gli store. 

© Riproduzione Riservata

Commenti