Gianni Morandi "Live in Arena": le emozioni della prima serata

7 ottobre 2013, a Verona la grande musica di ieri e di oggi insieme a prestigiosi ospiti

Alessandro Alicandri

-

Gianni Morandi è Live e ha dato vita a una prima serata memorabile il 7 ottobre 2013, all'Arena Di Verona.  Abbiamo ascoltato 3 ore di grande musica. È stato annunciato Fiorello, Checco Zalone, Raffaella Carrà, Rita Pavone, Cher e Ennio Morricone in questi due giorni, ma nella prima serata abbiamo visto Fiorello, la Carrà e Ennio Morricone. A dirigere l'orchestra, formata dai più giovani talenti dei conservatori italiani, Leonardo De Amicis

21.18 - Come una rockstar, è arrivato sul palco Gianni Morandi tenendo in mano la sua chitarra. La imbraccia di fronte a un pubblico incredibile e ha intonato "Il mondo cambierà" del 1972. Una canzone molto amata anche all'estero.

21.24 - A seguire, "Un mondo d'amore" del 1967. Sull'Arena di Verona, una pioggia molto forte. I successi sono quelli degli esordi, ma avremo modo di sentire nel corso della serata anche nuovi successi e canzoni più recenti.

21.28 - Ecco «Vita», un altro grande classico cantato in duetto da Gianni Morandi e Lucio Dalla (in sua memoria). Un brano straordinario e incredibilmente attuale. Bellissima canzone.

21.30 - L'evento concerto, continua. Ora canta "Solo insieme saremo felici", la canzone che ha aperto il nuovo corso di Morandi in questo 2013.

21.35 - L'eterno ragazzo, ora, racconta che questo è il suo primo concerto all'Arena di Verona (tranne quando ha cantato per altri eventi o con Lucio Dalla). Si continua.

21.36 - Porta sul palco "Non son degno di te" del 1964. Siamo agli esordi dell'artista. 

21.41 - È il turno di "Bella Signora" del 1989, l'album da cui è estratto è "Varietà".

21.44 - Ecco "Ogni vita è grande", la canzone sinfonica che chiude il nuovo disco di Gianni Morandi, "Bisogna Vivere". 

21.51 - Ancora grandi classici. È la volta di "Scende la pioggia", uno dei suoi brani più amati. La canzone è del 1967. 

22.03 - Dopo l'esibizione di Riccardo Cocciante con "Margherita", da solo e senza base, dopo la pubblicità Morandi canta un inno che racconta l'Emilia Romagna, si chiama "Bell'Emilia" e fa sempre parte del nuovo album.

22.10 - Ecco l'intervento di Fiorello. Fa un medley cantando i maggiori successi di Morandi in poco più di un minuto. Geniale.

22.23 - Adesso cantano insieme "Si può dare di più", chiedendo a Gianni Morandi di imitare Enrico Ruggeri.

22.28 - "Se perdo anche te", 1966, è la canzone ora sul palco dello show. Fiorello duetta con lui.

22.44 - Ora è da solo e canta e suona la chitarra con accompagnamento acustico "Occhi di Ragazza" del 1970. 

22.47 - È il momento di un omaggio a Lucio Dalla, con "Piazza Grande". E poi, sempre in acustico, "C'era un ragazzo", altro brano di fine anni '60, cantato insieme a una splendida voce corale, la voce di Amii Stewart sugli spalti.

22.56 - Entra sul palco Raffaella Carrà con il testo di "Replay", un nuovo brano dance scatenatissimo. Cantano insieme anche "A far l'amore comincia tu" (di Raffaella), "Bella Belinda" (di Morandi) e "Tanti auguri" di Raffaella Carrà. Rapidissimi, passano a un'altra grande hit: "Banane e Lampone"

23.08 - È il momento di "Rumore", la festa continua! Cantano uno delle grandi ballad di Raffaella Carrà, "Io non vivo senza te"

23.20 - Dopo gli ospiti eccellenti, ritorna a cantare da solo. Il brano è del 1985, parliamo di "Uno su mille". Gianni Morandi si emoziona sul palco.

23.27 - È il momento di Ennio Morricone. Suona uno dei suoi grandi capolavori, la colonna sonora di "C'era una volta in America". Poi "Se non avessi più te". Ora un minuto di silenzio per le vittime di Lampedusa e un brano di lotta, versione italiana di "Here's to you, Nicola and Bart" suonato dal Maestro insieme al coro.

23.45 - La musica continua. È il momento di "In ginocchio da te", del 1964. Ecco i saluti di Gianni Morandi e i nostri.

Grazie per averci seguito!

© Riproduzione Riservata

Commenti