Musica

Fedez contro Franceschini sui diritti d'autore, spiegato bene

Il rapper ha accusato il ministro di conflitto d'interessi sulla Siae. Il motivo? Il lavoro della moglie

Fedez (vero nome Federico Lucia) durante un suo concerto

Matteo Politanò

-

Fedez ha scatenato il "terremoto dei diritti d'autore". L'artista milanese è intervenuto alla conferenza “Compose the future” promossa da Soundreef, il gestore indipendente dei diritti d’autore che dal mese scorso annovera tra i suoi artisti anche il rapper.

Parlando ai giornalisti Fedez ha spiegato le motivazioni della sua scelta e attaccato duramente il ministro Franceschini: "Soundreef ha un problema molto grosso, cioè che l’attuale ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, è palesemente in conflitto di interessi con i temi che deve affrontare tra Soundreef e la Siae perché sua moglie gestisce gli immobili di Siae".

Cosa è Soundreef?

Soundreef è una sorte di Siae nata in Inghilterra con l'obiettivo di gestire e ripartire le royalties per conto di autori, editori ed etichette discografiche. Negli ultimi mesi ha registrato un vero e proprio boom in Italia con oltre 9mila artisti iscritti tra i quali anche Fedez e Gigi D'Alessio. Il problema è che attualmente Soundreef non può reclutare ispettori in Italia per via del monopolio Siae e quindi controllare la diffusione dei brani dei propri iscritti. Un problema che in Europa è già stato risolto nella direttiva 26 del 2014 che impone la liberalizzazione del mercato della raccolta dei diritti d’autore ma che finora in Italia ha trovato più di un ostacolo. 

Perché Fedez ha attaccato il ministro Franceschini? 

Fedez, dopo essere diventato uno degli iscritti di Soundreef, ha fatto presente come il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini abbia un conflitto di interessi che gli impedisce di sostenere l'espansione di alternative alla Siae. Al centro delle accuse del rapper c'è il ruolo della moglie di Franceschini, Michela Di Biase, che cura le relazioni esterne della Fondazione Sorgente Group, la fondazione di una holding che tramite una suo controllata gestisce immobili Siae. 

SIAE: Istituzione o monopolio? 

Le dichiarazioni di Fedez sulla SIAE sono state riprese da Beppe Grillo che ha condiviso il discorso del rapper: "Il regime monopolista non è cambiato. Siae detiene ancora il monopolio, il mercato non si è aperto, i concorrenti non possono arrivare e tutti sappiamo che quando si apre il mercato alla concorrenza, chi trae beneficio da queste cose è il fruitore finale, in questo caso gli artisti. Si sta cercando di agevolare un monopolio e non gli artisti"


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Addio Prodigy, le dieci canzoni più belle di una leggenda del rap

Il membro dei Mobb Deep si è spento a 42 anni a Las Vegas. Le cause non ancora accertate, da anni soffriva di anemia falciforme

Il rap di Maruego è un mix di culture: viaggio tra Zenith e Nadir

La storia dell'artista milanese al suo primo album ufficiale: dalla gavetta come macellaio ad un sound internazionale

La musica rap ha ancora qualcosa da raccontare?

Il genere nato dalla cultura hip hop sta vivendo un cambiamento radicale, l'ennesima evoluzione di una storia che va conosciuta

Le canzoni rap che hanno previsto il futuro

Spulciando nei testi più famosi del rap emergono due fattori: il primo è che qualcuno ci vede lungo, il secondo...

Dargen D'Amico: “In 'Variazioni' il rap incontra la classica”

L’ottavo album del rapper milanese è realizzato insieme alla pianista Isabella Turso e prodotto dal mago del suono Tommaso Colliva

Anche il rap ha il suo Patrik Schick: Cromo è stato scelto da Don Joe

Il giovane classe 1998 è entrato a far parte di Dogozilla Empire. Viene da Genova e somiglia al nuovo fenomeno della Sampdoria

Commenti