Musica

"Domani è un altro film": parte il tour dei Dear Jack

Ha preso il via da Forlì il tour della band nata ad "Amici". Dopo il doppio disco di platino per il loro album, inizia una nuova sfida

Dear Jack

Giovanni Ferrari

-

“Domani è un altro film”. Non è solo il titolo dell’album dei Dear Jack, uscito subito dopo la loro esperienza ad Amici. È anche la descrizione di quello che sta per accadere in questi giorni alla band pop-rock: “il nuovo film” dei Dear Jack è un tour che attraverserà molti palazzetti italiani.

Sabato sera la band nata nel 2012 (l’anno prima della loro partecipazione alla tredicesima edizione di Amici, vinta da Deborah Iurato) ha debuttato  al Pala Credito di Romagna di Forlì. Il “Domani è un altro film - Il Tour” arriverà - tra le altre date - anche a Roma (Palalottomatica, 11 ottobre) e a Milano (Forum di Assago, 25 ottobre).

La band rivelazione dell’anno è formata da Alessio Bernabei (voce), Francesco Pierozzi (chitarra elettrica e acustica), Lorenzo Cantarini (chitarra elettrica), Alessandro Presti (basso) e Riccardo Ruiu (batteria).

Nonostante le critiche ricevute da molti durante l’edizione di Amici (l’accusa più frequente era quella di essere una “copia” di altre boy band affermatesi in questi anni), la band ha saputo dimostrare di non essere una meteora nel panorama musicale italiano. E il fatto che gli stessi Modà abbiano prodotto il loro disco ne è una conferma. 

Ma ora la prova più difficile. Ottenere un doppio disco di platino non basta per assicurarsi l’appoggio dei tanti giovani che li seguono fin dalle loro prime esibizioni ai serali di Amici. Le tante date del tour chiedono ai Dear Jack di dimostrare quello che realmente valgono. Staremo a vedere. Ma intanto: ciak, si gira! Parte il nuovo film dei Dear Jack.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fabi Silvestri Gazzè: la nostra intervista

"Il padrone della festa" è l'album del trio di cantautori romani, nei negozi dal 16 settembre. Abbiamo intervistato i tre protagonisti del progetto. Sperando che sia il primo di una lunga serie

Commenti