Gianni Poglio

-

“Sono molto eccitato per la realizzazione di questo mio primo disco dopo 30 anni. C’è voluto tempo” dice lo stesso Moroder “Non avrei mai pensato che aggiungere il ‘click’ al 24 tracce avrebbe generato una rivoluzione musicale e ispirato generazioni. Ora che mi avvicino al mio 75emo compleanno mi guardo indietro e non cambierei nulla di tutto ciò che ho fatto, per nulla al mondo. Sono molto felice di aver avuto la possibilità di lavorare con così tanti grandi e talentuosi artisti per il mio nuovo disco. Questa è dance music, è disco, è elettronica ed è qui per voi. Quando l’ascolterete sarà una sensazione di Déjà Vu!”.

Il suo ruolo di pioniere della dance è riconosciuto universalmente. L'ultimo omaggio eccellente, quello dei Daft Punk nel disco conquista Grammy, Random access memories, loha riportato sui magazine di tutto il pianeta: Un diluvio di celebrazioni per quello che ha fatto da metà degli anni Settanta in pii quando lanciò un nuovo sound e un a nuova stara, nota come Donna Summer.

Moroder (autore tra l'altro delle musiche di Scarface e Flashdance) ha conquistato finora tre Oscar, quattro Golden Globe, quattro Grammy e più di 100 tra dischi d'oro e di platino. Nel 2004 Giorgio Moroder è entrato a far parte della Dance Music Hall of Fame.

Deja Vu, ovviamente non è non poteva essere una rivoluzione. L'album di questo leggendario settantacinquenne è una piacevolissima celebrazione dance con qualche incursione nel pop ballabile che tanto va in classifica. Da 74 is the new 24 (un titolo che racconta meglio di qualsiasi parola il suo percerpirsi ancora giovane e contemporaneo), forse il brano più fedele alla linea, a Right here right now con Kylie Minogue. Ha beat ed energia anche la title track impreziosita dalla presenza di Sia. Divertente Tom's Diner con Britney Spears. Decisamente piacevole, poi, Kelis alle prese con Back and forth.

A conti fatti, il ritorno di "King Moroder" suona meglio di gran parte della produzione pop dance di questi tempi. Ma non è questo quel che conta. Il bello di questa operazione è che ha rimesso al centro della scena musicale un mito della musica contemporanea: Giovanni Giorgio, che però tutti chiamano Giorgio.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Giorgio Moroder: vi racconto l'età dell'oro della "disco"

Flair incontra l'inventore di Donna Summer e dei maggiori successi della disco music. Che ora torna con un mega show a Las Vegas. L’intervista su Flair in edicola con Panorama di questa settimana .

Giorgio Moroder compie 77 anni: le 10 canzoni più belle

Il padrino dell'euro-disco, nato a Ortisei il 26 aprile 1940, è conosciuto in tutto il mondo per le sue collaborazioni con i big del pop e del rock

Commenti