Eminem
Musica

Eminem contro Trump: ecco cosa dice nel suo nuovo freestyle

Il rapper di Detroit ha sfogato la sua rabbia contro il presidente americano: una mossa studiata a tavolino e con un obiettivo preciso

Quattro minuti di rabbia in rima per descrivere e affossare il personaggio più discusso degli Usa. Eminem, il bianco di Detroit che ha riscritto la storia del rap mondiale fin dagli ultimi anni '90, ha pubblicato un freestyle contro Donald Trump, 45° presidente degli Stati Uniti.

Il video, girato in un parcheggio di Detroit e mostrato ai BET Hip Hop Awards 2017, non lascia scampo a fraintendimenti e si chiude con un ultimatum ai fan: "Scegliete, o lui o me".

La traduzione

I passaggi più eclatanti del freestyle di Eminem: "Quello che abbiamo come presidente ora è un kamikaze. E probabilmente causerà un olocausto nucleare. E mentre il scoppierà il bordello, lui metterà benzina nel suo aereo e volerà in giro aspettando che tutto si calmi e le bombe finiscano di cadere.

"Quando attacca la NFL, e così ci fa concentrare su quello. Invece di parlare di Porto Rico o di una riforma sulle armi per il Nevada. Tutte queste tragedie orribili e lui preferisce litigare su Twitter coi Packers.

"Voglio tracciare una linea di confine: sei con me o contro di me. E se non sai decidere chi ti piace di più e ti senti indeciso, se non sai a fianco di chi dovresti stare, ti darò una mano io: fan****o!"

I sostenitori

Il freestyle di Eminem ha scatenato un polverone e il suo messaggio al presidente Trump è stato rilanciato dai media di tutto il mondo. Dopo l'appello ai fan, "o me o lui", la sua pagina Facebook ha fatto registrare picchi di 1000 nuovi iscritti ogni ora superando abbondamente quota 90 milioni di fans. Tante le reazioni immediate al suo video, tra le prime quella entusiasta del collega Snoop Dogg:

I detrattori

Diversi detrattori di Eminem si sono soffermati sulla frase finale del suo freestyle: "Noi amiamo i militari ma odiamo Trump" contestando al rapper anche di aver pubblicato il video unicamente come promo ad hoc per il suo nuovo album in uscita. Fonti non ufficiali riportano infatti che il nuovo disco, a quattro anni di distanza dall'ultimo The Marshall Mathers LP 2, uscirà a metà novembre. L'attacco a Trump sarebbe dunque stato studiato nel dettaglio per iniziare un lungo percorso promozionale con l'obiettivo di riportare l'attenzione sul rapper ormai 45enne e, sempre secondo i detrattori, nella fase calante della carriera, spodestato da artisti come Kendrick Lamar e Drake.

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti