Gabriele Antonucci

-

Dolci e poetici, ermetici nei testi quanto accessibili nelle sonorità, i Coldplay incarnano le rock star della porta accanto, che piacciono in egual misura alle ventenni e alle loro mamme.

Chris Martin è un frontman atipico, che non ha nulla della sfrontatezza un po’ guascona di un Mick Jagger o di un Roger Daltrey.

Bello, colto, educato, ironico, amante dell’arte, democratico non solo dal punto di vista politico, ma anche pratico: i proventi dai diritti d'autore dei Coldplay vengono ripartiti in parti uguali tra i quattro elementi del gruppo, uno dei segreti della loro coesione.

In sette album il quartetto inglese, che combatte ad armi pari con U2, Muse e Radiohead la gara per il maggior numero di spettatori nei concerti, ha sfornato hit a ripetizione, e non poteva fare eccezione il policoromo A Head Full Of Dreams, con ospiti del calibro di Beyoncé, Brian Eno e Noel Gallagher, che ha venduto oltre 5 milioni di copie, un’enormità, ai tempi della musica liquida dello streaming.

Per questo c'è grandissima attesa per il nuovo, anzi, per il doppio nuovo album della band, come ha anticipato con uno scoop il Daily Star.

Una notizia confermata da Mat Whitecross, regista del film A Head Full Of Dreams, che ha ammesso che la band è impegnata in un nuovo lavoro "che avrebbe sorpreso tutti".

Whitecross ha dichiarato a NME: "Non hanno ancora scritto un Kid A (n.d.r: uno degli album più sperimentali dei Radiohead) dove la loro intera fan base pensa,'Che caXXo è questo?'. Vogliono sempre sfidare se stessi e sorprendere le altre persone".

Una notizia, quella del doppio album in uscita il 22 novembre, confermata dagli stessi Coldplay con una lettera sulle loro pagine social: "Metà è intitolata Sunrise l'altra Sunset. Parla di quello che proviamo rispetto a varie cose. Vi mandiamo tanto amore dal letargo".

Con un doppio album da promuovere, è molto probabile che i Coldplay saranno coinvolti nel 50 ° anniversario di Glastonbury la prossima estate, oltre che in un tour mondiale, che potrebbe fare anche tappa in Italia (con Milano e Roma in pole position).

Nel nuovo album dei Coldplay, secondo la fan page italiana della band, dovrebbe esserci un brano di nome Mission A.B.O.R.T, della durata-monstre di 7 minuti e 23 secondi, realizzato in collaborazione con i Daft Punk, al secolo Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter, due delle menti più illuminate della musica elettronica, che nel 2013 hanno pubblicato il loro capolavoro Random Access Memories.

Una notizia, quest'ultima, che da sola aumenta l'interesse per ascoltare i "nuovi" Coldplay, magari più coraggiosi e meno ecumenici rispetto agli ultimi singoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti