Musica

Club Tenco: a Sanremo due giorni di musica ed eros

Grandi applausi per Musica Nuda, Leopoldo Mastelloni e Perturbazione

Musica Nuda

Gabriele Antonucci

-

La canzone d'autore ha sempre avuto uno stretto rapporto con l'eros, fonte primaria di ispirazione per brani che ancora oggi non hanno perso un pizzico della loro carica erotica ed icastica.

Il Club Tenco, da quarant'anni fautore e promotore delle numerose sfaccettature del cantautorato di qualità, ha organizzato un'accattivante iniziativa dall'inequivocabile titolo Pazze idee - L’eros nella canzone d’autore, che ha visto esibirsi a Sanremo, dal 4 al 6 giugno, un variegato cast di artisti italiani e internazionali.

“Sono stati soprattutto i primi cantautori degli anni ‘60, con in testa proprio l’artista a cui è dedicato il Club, a introdurre presso il grande pubblico l’amore nelle sue pieghe più concrete e palpabili” ha sottolineato Enrico de Angelis, responsabile artistico del Club Tenco.

I concerti pomeridiani,realizzati in collaborazione con l’associazione Pigna Mon Amour, sono stati ospitati in Piazza dei Dolori della Pigna, la parte vecchia di Sanremo, mentre le due serate del 5 e del 6 giugno, condotte dal presentatore storico del Tenco Antonio Silva, si sono svolte nell'elegante Teatro del Casinò.

Il cuore pulsante della Pigna è stato giovedì il suggestivo teatro di Nu’ veleno ch’è ddoce. La passione nella canzone napoletana con le canzoni di Enrico de Angelis e gli interventi musicali di Monica Pinto. Venerdì il trio Vietraverse ha proposto un'originale rilettura in italiano delle canzoni più maliziose di Brassens, intervallate dalle letture di Margherita Zorzi, mentre sabato l'eclettismo di Piji ha dato nuovi colori ai testi di Ovidio e Properzio musicati da Virgilio Savona per Giorgio Gaber, presentati con umorismo e con riferimenti colti da Antonio Silva.

Le due serate al Teatro del Casinò di Sanremo, gremite dal fedele pubblico del Tenco e introdotte da una gustosa mostra di disegni erotici di Sergio Staino dedicata all'amica-feticcio Fiammetta, hanno rivelato il talento della cantautrice irlandese Grainne Duffy, che ha interpretato con intensità i sensuali blues I think you need a shot, Catfish blues e The thrill is gone, e della cantante arabo-andalusa Sensi. Quest'ultima, accompagnata dall'orchestra di Jamal Ouassini, fondatore della Tangeri Cafè Orchestra e musicista tra i preferiti di Franco Battiato, ha proposto un poemetto musicato di Garcia Lorca e un poema popolare arabo, accompagnati dalla sensuale danza orientale di Gaia Scuderi.

La serata di venerdì ha avuto per protagonisti lo swing retro di Freddy Colt & Z.P.B, l'energico rock dei Perturbazione, il cantautorato ricco di ironia di Paolo Pietrangeli e la passionalità mediterranea di Pietra Montecorvino.

Ieri sera è stato affidato alla band dell'estroso Mauro Ottolini, il migliore musicista italiano di Sousaphone, il compito di aprire l'ultima serata di Pazze idee - L’eros nella canzone d’autore con una godibile selezione di canzoni della prima metà del Novecento, ottimamente interpretate dalla limpida voce di Vanessa Tagliabue Yorke.

Andrea Grossi ha mostrato buone doti di scrittura nei brani L'amore a 16 anni, Caffè e Incontro.

Musica Nuda, alias la cantante Petra Magoni e il contrabbassista Ferruccio Spinetti, ha incantato nelle originali riletture de La pansè di Renato Carosone e in Tuca Tuca di Raffaella Carrà, mostrando il suo lato più sensuale in Carica erotica, estratta dal loro ultimo album Little Wonder.

Leopoldo Mastelloni, entrato in scena con un costume a dir poco scenografico, ha strappato applausi scroscianti con alcune anticipazioni del suo prossimo album, tra cui Ti voglio senza amore di Iva Zanicchi, regalando grandi emozioni in Io sì di Luigi Tenco, cantata seduto sopra il pianoforte come le dive del cabaret.

Atmosfere più leggere, ma di grande qualità musicale, hanno caratterizzato la performance dell'irriverente Banda Osiris, che ha stupito per la naturalezza con la quale passa da Mozart a Nat King Cole, intervallando canzoni a gag irresistibili.

Sia venerdì che sabato gli artisti sono stati introdotti dalla lettura di alcuni brani a sfondo erotico di Gino Paoli, Mia Martini, Ivan Graziani, Francesco De Gregori e Roberto Vecchioni da parte degli attori teatrali Daria Anfelli, Massimiliano Antonelli e Franco La Sacra.

La conduzione professionale e brillante di Antonio Silva e la sapiente regia teatrale di Michelangelo Ricci hanno conferito ritmo alle due serate di Pazze idee - L’eros nella canzone d’autore, una bella iniziativa che ci auguriamo possa ripetersi, vista la ricchezza del repertorio cantatutorale dedicato all'eros, fonte inesauribile di grandi storie in musica.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rolling Stones: 51 anni di "Satisfaction" - 10 cose da sapere

Il 6 giugno del 1965 la leggendaria canzone è stata pubblicata negli Stati Uniti

Commenti