Gianni Poglio

-

Sono quasi 500 i musicisti provenienti da tutto il mondo che convergeranno a Bolzano per dare vita, dal 28 luglio al 5 settembre ai 30 concerti di classica del Bolzano Festival Bozen, manifestazione che trasforma il capoluogo altoatesino in una vera e propria città della musica. 

L’appuntamento inaugurale nel parco delle Semirurali vedrà protagonista l'Orchestra Haydn diretta da Roberto Molinelli. Questo concerto sinfonico gratuito sarà incentrato sulla musica per il cinema (28 luglio). La European Union Youth Orchestra e la Gustav Mahler Jugendorchester, le due orchestre giovanili più quotate a livello internazionale, scandiranno musicalmente la seconda parte d'agosto. Guidata da Xian Zhang, direttrice musicale dell'Orchestra Sinfonica milanese Giuseppe Verdi, la EUYO dedicherà il primo concerto a Čajkovskij. Solista al violoncello l'americana Alisa Weilerstein (16 agosto). Il secondo appuntamento affiancherà tre celebri arie d'opera di Giuseppe Verdi, interpretate dalla giovane soprano Erika Grimaldi, alla Sinfonia n.5 di Gustav Mahler, diretta da Gianandrea Noseda (21 agosto).

I principali artisti che compongono il cartellone della nuova edizione di Antiqua, rassegna dedicata alla musica antica, hanno fatto della rottura e dell’attraversamento delle frontiere culturali e artistiche la loro filosofia. Come l'innovativo ensemble inglese Red Priest che inaugurerà la rassegna con il suo ultimo progetto Handel in the Wind (30 luglio).

Ritornando alle eccellenze del “vecchio continente” Jos Van Immerseel, uno dei più importanti pianisti e direttori degli ultimi vent’anni, dirigerà l’Accademia di Musica Antica di Brunico in un programma tutto beethoveniano eseguito con strumenti dell’epoca (1 agosto). 


© Riproduzione Riservata

Commenti