Bob Sinclair: deejay show in Italia

Questa sera a Forte dei Marmi il dj rockstar francese

Bob Sinclair – Credits: Getty Images

Gabriele Antonucci

-

Se nel 2014 pensate ancora che il dj sia semplicemente chi si limita a mixare i dischi nei locali, forse dovrete rivedere le vostre teorie. Oggi la figura del disc jockey è strettamente correlata a quella del produttore e, nei casi dei grandi dj, anche a quella del performer, dato che si paga un salato biglietto d’ingresso per assistere alle loro esibizioni. 

I big dei giradischi, grazie anche a un gusto musicale sempre più globalizzato nelle piattaforme di streaming come Spotify e Deezer, sono amati da milioni di persone in tutto il mondo, come testimonia il numero di fan su Facebook e di followers su Twitter. Per i loro dj-set, veri e propri spettacoli multimediali con sorprendenti effetti scenici e con video proiettati su enormi schermi led, percepiscono cachet astronomici, al pari di una rockstar. Si accompagnano con bellezze mozzafiato, viaggiano in jet privati e sono contesi dai marchi più glamour della moda. Il mercato della dance music ha un giro d’affari mondiale di 4 miliardi e mezzo di dollari e i monarchi assoluti di questi regni effimeri sono i dj, a cui spetta la fetta maggiore degli introiti delle serate. Insomma, i dj sono sempre più le vere star del terzo millennio, corteggiati persino dai  grandi della musica internazionale, che si affidano alle loro mani per dare un tocco moderno ai loro nuovi album.

Chi incarna perfettamente la figura del dj-rockstar è Bob Sinclar, dj e produttore amatissimo in Italia, dove ha partecipato nel 2013 come giurato alla Mostra del Cinema di Venezia. Prende il via il 31 luglio, al Minerva Beach del Grand Hotel Imperiale di Forte dei Marmi, il tour estivo di Sinclar, che si esibirà intorno alle 23, dopo l’aperitivo musicale con il dj resident Sissa. Il primo agosto  sarà uno dei protagonisti più attesi del grande evento allo Stadio Adriano Flacco di Pescara, mentre il giorno successivo animerà la seconda serata degli Archi Village di Cassino. Non poteva mancare una tappa in Costa Smeralda, il 6 agosto, al lussuoso Billionaire di Porto Cervo. Il tour italiano si chiuderà il 17 agosto in Puglia, a Le Cave di Gallipoli.

Molti cinefili hanno scoperto recentemente Sinclar nel film Premio Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino, dove la scena-chiave, la pacchiana festa in una lussuosa terrazza romana, è accompagnata dalla sua hit Far l’amore con Raffaella Carrà. L'idea di remixare quel brano balenava già da tempo al dj francese, anche perché il quarantacinque giri di Raffaella Carrà era uno dei suoi preferiti da bambino. Molti non sanno che il vero nome del dj francese è  Christophe Le Friant. Il nome d’arte Bob Sinclar è stato ispirato dal personaggio di Bob Saint-Clair, interpretato da Jean-Paul Belmondo nel film del 1973 Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondo di Philippe de Broca.

Per capire l’humus creativo nel quale si è formato Sinclar bisogna ritornare in Francia alla seconda metà degli anni Novanta, quando ha iniziato ad affermarsi il cosiddetto «french touch», un nuovo movimento musicale che ha avuto per protagonisti Daft Punk, Air, Cassius, Mr.Oizo e Saint Germain. L’elettronica ha incontrato allora il jazz e il funky, dando vita a un suono energico ed elegante al tempo stesso, che verrà esportato con successo in tutto il mondo.

Vi proponiamo cinque dei suoi brani più significativi, che ancora oggi riempiono i dancefloor di tutto il mondo.

1) Love generation, 2005. Il brano, sigla del mondiali di calcio del 2006 in Germania, rivela l’insospettabile passione di Sinclar per la musica giamaicana, con la parte vocale affidata a Gary Pine, membro della leggendaria band The Wailers, che per tanti anni ha accompagnato Bob Marley in giro per il mondo. Il fischio del ritornello, facilmente memorizzabile, è uno dei motivi del clamoroso successo.

2) Lala song, 2009. Il primo singolo dell’album Born in 69 del 2009, Lala song, è stato uno dei tormentoni estivi del 2009, oltre che l’accompagnamento musicale dello spot di una nota compagnia telefonica. Il brano è impreziosito dal rap della Sugarhill Gang, che nel 1979 ha portato per la prima volta il rap in classifica con la leggendaria Rapper’s delight, nella quale veniva campionata Good times degli Chic.

3) Far l’amore, 2011. Il successo di Raffaella Carrà del 1976, A far l’amore comincia tu,  ha tratto nuova linfa dalla cura ricostituente di bassi e di tastiere da parte di Sinclar, che ha trasformato un innocuo brano pop in una bomba dance. Nel 2013 la canzone viene utilizzata durante una lunga scena di ballo sfrenato ne La grande bellezza di Paolo Sorrentino, consegnandola sua malgrado al ricordo.

4) Rock the boat, 2012. L’amore di Sinclar per l’hip hop è confermato dall’energico Rock the boat, primo singolo estratto da Disco Crash, con la partecipazione di Pittbull, Dragonfly e Fatman Scoop.  La canzone conquista i club di tutto il mondo con il suo sapiente mélange di rap, dance e pop.

5) Cindarella (She said her name), 2013. Secondo estratto dall’album Paris by Night-A Parisian Musical Experience, la nuova raccolta del dj superstar che, fin dai primi giorni dalla pubblicazione, ha raggiunto il primo posto di iTunes svettando tra gli album dance più venduti. Paris by Night rappresenta per Sinclar un progetto ricco di nuove sonorità e di contaminazioni, in cui il dj ritorna alle sue origini musicali, quando il french touch portò una rivoluzione dolce nella musica da discoteca.

© Riproduzione Riservata

Commenti