Bob Marley
Musica

Bob Marley: gli eredi lanciano il brand dell’erba legale

La società Marley Natural distribuirà cannabis a uso ricreativo negli stati che ne hanno legalizzato il commercio


A trentatrè anni dalla sua morte, causata da un melanoma, Bob Marley è ancora oggi uno dei brand più forti della musica mondiale.  


Definirlo semplicemente un cantante è riduttivo dell’influenza politica, sociale e spirituale che Tuff Gong ha avuto in Jamaica, dove è venerato quasi come una divinità.


Marley è stata la prima star mondiale proveniente dal Terzo Mondo, da dove è partito per diffondere ovunque il suo messaggio di unità e di fratellanza, un perfetto esempio di artista glocal, saldamente ancorato alle sue radici e al tempo stesso universale.


Consapevoli della sua intatta popolarità, gli eredi dell’artista hanno siglato un accordo con Privateer Holding,  società di private equity, per lanciare il primo brand globale di cannabis a uso ricreativo: il Marley Natural.


Il cantante consumava quantità industriali di marijuana, che nella cultura Rastafarian non è considerata una sostanza illegale ma, anzi, uno strumento per accrescere spiritualità e consapevolezza. Una delle sue frasi più celebri è: “Più la gente fuma erba, prima Babilonia cadrà”.


La controllata del fondo Privateer holdings venderà dalla fine del 2015 un’intera linea di prodotti ispirati all’erba, sfruttando il marchio di Bob Marley: creme, burro di cacao, vaporizzatori e, in alcuni stati, la stessa cannabis.


Secondo Brendan Kennedy, l'amministratore delegato di Privateer Holdings, questo business “segna la fine del proibizionismo”.


E’ lecito sfruttare commercialmente, da parte della famiglia Marley, l’immagine di una leggenda del reggae, ma a noi piace ricordare l’artista per le sue splendide canzoni, quelle sì un autentico regalo all’umanità.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti