Musica

Black Sabbath Vol. 4: l'album che ha ispirato l'heavy metal (e non solo...)

In edicola con Panorama il leggendario quarto disco della band di Ozzy Osbourne

01-00084469000019

Gianni Poglio

-

Pubblicato nel 1972, Volume IV (in edicola con Panorama dal 3 luglio a 9,90 euro rivista esclusa) è un disco imprescindibile all'interno della discografia dei Sabbath.

Black Sabbath Volume IV è un album seminale che contiene le radici dell'heavy rock. Rispetto alla storia della band inglese si tratta di un disco di rottura, un decisivo cambio di direzione.

In Volume IV i Sabbath arricchiscono di nuovi colori il loro sound oscillando tra hard rock, heavy doom e incursioni nel progressive, con qualche divagazione acustica (l'ispirata Laguna's Sunrise) e una ballad epocale per piano e voce, Changes.

Ascoltare quest'album significa comprendere quanto i Sabbath abbiano influenzato la scrittura di Iron Maiden e Metallica, giusto per fare due nomi eccellenti. Non solo: in questo disco ci sono le origini dello stoner e del doom metal.

I TRE BRANI CULT: Under the sun, Changes e Snow Blind.

© Riproduzione Riservata

Commenti