All'improvviso, Beyoncé. Nuovo album e 17 video

Mai sottovalutare la potenza della Knowles. Contro Leak, Hater e Hype...SNAP! È festa a sorpresa

– Credits: Ufficio Stampa

Alessandro Alicandri

-

Una pazza. Beyoncé Knowles lancia il 13 dicembre 2013 (il 12 negli Stati Uniti) il suo quinto album di inediti, non lo sapeva nessuno. Arriva su iTunes il disco che porta il suo nome "Beyoncé" alle 7 del mattino da noi in Italia e scoppia l'inferno. Twitter, Facebook, ogni social network parla di lei e di questo nuovo progetto discografico che contiene 14 nuovi brani e 17 videoclip dedicati alle canzoni.

Nell'era dell'hype, lei sceglie di aggirare le strategie più consuete con eleganza, proponendo un prodotto che ha spiazzato chiunque, da chi diffonde i brani una settimana prima della loro uscita (solitamente i giornalisti) agli hater che influiscono con la loro opinione distruttiva (ma senza spendere un euro ma nemmeno un minuto del proprio tempo) sul prodotto. Rinuncia anche all'hype, quello che oggi rende poco preziosa la percezione di un prodotto dopo tutte le sue anteprime.

L'album sarà disponibile prima delle festività (probabilmente entro il 20 dicembre) in tutti i negozi in formato cd più dvd. Ecco gli artisti che hanno lavorato con lei al progetto (di cui è anche produttrice, autrice e regista): JAY Z, Timbaland, Justin Timberlake, Pharrell Williams, Drake, The Dream, Sia, Ryan Tedder, Miguel, Frank Ocean, Hit Boy, Ammo, Boots, Detail, Jake Nava, Hype Williams, Terry Richardson, Melina Matsoukas, Jonas Åkerlund, Ricky Saiz, Pierre Debusschere, @lilinternet, Noah “40” Shebib, Francesco Carrozzini, Caroline Polachek, Ed Burke, Bill Kirstein e Todd Tourso.

I duetti sono 4: il primo con Jay Z nel brano "Blow", il secondo in "Mine" con Drake, il terzo in "Flawless" con l'artista nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie e l'ultimo (speciale) con Blu Ivy Carter, la sua prima figlia nata nel 2012. Sia Furler, cantante e autrice (negli ultimi mesi) di Katy Perry e Britney Spears, ha scritto "Flawless", mentre "Blow" viene dalla collaborazione con Justin Timberlake e Pharrell Williams. Timberlake ha scritto con lei anche "Partition" e "Rocket". 

Non ci resta che ascoltare e vedere l'album. Le anteprime dei videoclip sono tutte su Youtube a questo indirizzo , il più visto in questo momento, quello di "Mine" in duetto con Drake, è in fondo all'articolo. L'album non è ancora disponibile su Spotify, Deezer e nelle varie piattaforme di ascolto in streaming. I videoclip integrali è possibile vederli solo tramite iTunes. 

Ecco le regie e le partecipazioni ai singoli videoclip. "Pretty Hurts" è diretto da Melina Matsoukas, con l'attore Harvey Keitel. "Ghost" è per la regia di Pierre Debusschere, "Haunted" è stato diretto invece dal bravissimo Jonas Åkerlund, famoso per aver diretto alcuni dei video più belli di Lady Gaga come "Paparazzi" e "Telephone" (in cui c'era anche Beyoncé). "Drunk Love" è opera di Hype Williams con la partecipazione di Jay Z, così come è sua la regia di "Blow" in cui partecipa anche la sorella Solange Knowles e l'artista hip hop Ingrid Burley. 

La carrellata continua con "No angels", diretto da @Lilinternet, che ha lavorato anche con Azealia Banks. "Yoncé" ha la regia di Ricky Saiz, grande creativo statunitense, con le modelle Jourdan Dunn, Chanel Iman e Joan Smalls. "Partition" è opera di Jake Nava con Jay Z e le sensuali ballerine del The Crazy Horse. "Jealous" invece è stato diretto da Beyoncé stessa, insieme con Francesco Carrozzini, fotografo e figlio del direttore di Vogue Italia Franca Sozzani. 

"Rocket" vede sempre la mano di Queen B più Ed Burke e Bill Kirstein, produttore del suo ultimo film documentario. "Mine" vede il ritorno di Pierre Debuschere e la partecipazione di Drake. In "XO" la camera è governata da Terry Richardson (diventato in questi mesi ancora più noto per il videoclip per Miley Cyrus "Wrecking Ball"), e il ritorno della modella Jourdan Dunn più Jessica White.

In "***Flawless" la regia è di Jake Nava, mentre in "SuperPower" torna il graffio di Jonas Åkerlund, video costruito con la partecipazione di Kelly Rowland, Michelle Williams (quindi Destiny's Child al gran completo) più Pharrell. In "Heaven" c'è Todd Tourso (che ha lavorato alla parte creativa di "Born This Way" di Lady Gaga), con Ashley Everett, una delle due ballerine del videoclip "Single Ladies". Chiudiamo (quasi) il cerchio con "Blue", dove partecipa anche la piccola figlia di Beyoncé e concludiamo con "Grown Woman", videoclip (bellissimo) fatto da Jake Nava con Tina Knowles, Solange Knowles, Kelly Rowland e Ebony Williams, l'altra ballerina nota per "Single Ladies".

 
© Riproduzione Riservata

Commenti