Musica

Amedeo Minghi: "I miei primi 50 anni di carriera"

Il cofanetto "La bussola e il cuore" contiene tre CD: "La bussola", "Il cuore" e "Mappe". All'interno 5 successi e 35 brani inediti

Amedeo Minghi

Giovanni Ferrari

-

Certi traguardi è giusto (e doveroso) festeggiarli. Amedeo Minghi non tornava con un nuovo album da ben undici anni e ha voluto farlo ora con un triplo CD, "La bussola e il cuore" (Sanbiagio Produzioni/Sony Music). All'interno della raccolta sono presenti tre anime differenti del progetto che, come ha spiegato lo stesso Minghi, "sono come tre satelliti che orbitano intorno a ciò che è il mio mondo musicale, fatto di tante occasioni e percorsi". 

In particolare, "La bussola" contiene brani inediti, mentre "Il cuore" comprende sia alcune nuove canzoni (dedicate al tema della fede, così importante per Minghi) sia alcuni classici rivisitati. Infine, il terzo disco è "Mappe": venti brani mai ascoltati prima, registrati tra gli anni Settanta e Ottanta.

Si percepisce bene l'attenzione e il rispetto che Minghi ha nei confronti delle canzoni, lui che ne ha scritte tante anche per i suoi colleghi (vedi Califano, Pavone, Ferri per dirne alcuni). Ecco: molti di questi si possono ascoltare nella loro versione originale proprio in questa prezioso cofanetto. Ma non solo: tra i nomi della lunga tracklist anche un brano scritto per Gabriella Ferri (Nun ce l'ho) e che la grande cantante non interpretò mai. 


Come arrivare alla scelta dei brani? "È un disco che nasce sotto diverse forme. Alcuni di questi brani erano in attesa, altri invece li abbiamo riscoperti dagli archivi. Alcuni non me li ricordavo nemmeno io", scherza Minghi, che continua: "Alcuni di quelli che abbiamo inserito erano i prontoascolto dell'epoca, cioè le lacche che si facevano prima dei demo. Infatti in alcune parti si sente ancora il fruscio della puntina. Abbiamo provato a toglierlo, ma non ci siamo riusciti". 

Nel secondo disco, poi, si approfondisce la tematica della fede, così decisiva per lo stesso Minghi. Oltre a Un uomo venuto da lontano (il brano che ha scritto per papa Giovanni Paolo II), si può trovare - tra le altre - anche una canzone dedicata ad Anna Frank, Domani: "Lei è una ragazza che se fosse appartenuta alla comunità cristiana sarebbe sicuramente diventata santa", ha sfidato Minghi. 

Il progetto "La bussola e il cuore" sarà presentato in anteprima dallo stesso Minghi il 5 dicembre al Teatro Brancaccio di Roma. La vera tournée dello spettacolo inizierà poi da gennaio 2017. 

© Riproduzione Riservata

Commenti