Musica

Alessandra Amoroso: il suo live è contro la violenza

Ieri sera un prezioso sold-out per la data a Milano del suo “Vivere a Colori Tour”

Alessandra Amoroso live

Giovanni Ferrari

-

Sale sul palco come un uragano. La presenza di Alessandra Amoroso non può passare inosservata. Lei arriva, ti colpisce, non riesci a staccarle gli occhi di dosso. Ti senti quasi “obbligato” a godere con lei di ciò che canta. Ti accorgi che l’amore di cui canta con tanta passione è quello che vorresti anche tu al tuo fianco. Lo fai tuo, per farti del bene.

Il concerto inizia alle 21 precise. Per l’Amoroso non è la prima volta al Forum, e ormai quel palco lo conosce bene. Si percepisce. Non è più inesperta, è più sicura nello stare davanti ai suoi fans, ma l’emozione delle sue parole non è cambiata. E - ce lo auguriamo - non cambierà mai.

Si inizia con la carica di Stupendo fino a qui. Il palco è essenziale, su due piani. Alle sue spalle c’è un grande wall (più due schermi laterali) che proietta immagini e frasi. Lei ha un abito lungo nero. L’occasione è importante: bisogna esserne all’altezza. Poi Estranei a partire da ieri, Senza nuvole (riarrangiata con sapienza) e Stupida. Di quest’ultimo brano, poi, si lascia scappare un appunto: “Scusate se in questo pezzo ci metto un po’ di cattiveria. Nessuno ci può dire che siamo stupidi, tranne noi stessi. Siamo in una società in cui va di moda uccidere le donne. Questa cosa non deve più succedere. Viva l’amore”.

Si continua con L’unica cosa da fare (che vede alle spalle dell’Amoroso il testo proiettato come se fosse scritto a mano, di getto), e la bellezza di Fuoco d’artificio, brano cult dello scorso tour Amore Puro. Poi, La vita in un anno e Amore Puro. La dolcezza di Non devi perdermi e Ti aspetto (anche questo brano rivisitato).


È poi il momento di una parentesi internazionale. Prima di esibirsi in spagnolo in Me Siento Sola, l’Amoroso ha spiegato: “Vi voglio portare con me e regalarvi un pezzettino di quello che è stato per me lì. Ho conosciuto un sacco di gente stupenda che mi guardava come mi guardate voi, con la voglia di conoscere me come persona. E basta”.

C’è tempo per un cambio abito, anche se lo show dell’Amoroso punta tutto sull’emozione e sull’empatia con il pubblico. Tutto il resto è secondario. L’importante è arrivare dritto al cuore della sua “Big Family”. Appartenente, Difendimi per sempre, Immobile (“Questa è la nostra canzone. Mi ha portato fortuna e ha fatto in modo che ci innamorassimo”, ha detto prima di scendere a cantarla in platea).

Il concerto prosegue velocissimo. È vero che vuoi restare, il singolo Sul ciglio senza far rumore e Avrò cura di tutto. Si continua con Bellezza, incanto e nostalgia, Se il mondo ha il nostro volto e la carica pazzesca di Vivere a Colori. Poco prima di questo brano, una dedica importante: “Oggi è un giorno importante (il Coming Out Day, ndr): voglio solo dire che la vita è più bella se vivi te stesso”.

Il pubblico è in delirio. C’è tempo solo per un bis con Comunque andare, slogan in questi ultimi mesi per tutti coloro che (come Alessandra) hanno deciso di continuare a credere in quello che sono.

© Riproduzione Riservata

Commenti