Gabriele Antonucci

-

Lo show del 30 giugno allo stadio Wembley di Londra, quarta data consecutiva sold out nella capitale inglese, potrebbe essere l’ultimo concerto della carriera di Adele che, a soli 29 anni, vuole ritirarsi a vita privata.

L'annuncio di Adele è arrivato sui maxi schermi durante il primo concerto nella capitale britannica, con le immagini della lunga lettera scritta a mano, davanti agli occhi sbigottiti dei 98.000 spettatori presenti.

-LEGGI ANCHE Adele: le 10 canzoni più belle (e famose)

La lettera non sembra lasciare spazio alle interpretazioni: “Dopo 15 mesi in tour e a 18 mesi dall’uscita di 25 siamo alla fine. Abbiamo portato questo tour in Inghilterra e Irlanda, poi in tutta Europa, in America; sono anche andata in Australia e in Nuova Zelanda. Andare in tour è speciale, ma non fa per me. Sono una pantofolaia e preferisco le piccole cose. Inoltre sono molto sensibile e non mi piace andare in giro in tour, finora è stato così! Ho fatto 119 spettacoli e con questi ultimi 4 diventeranno 123, è stato un piacere incredibile farlo. L’ho fatto solamente per voi, spero di avere avuto sulle vostre vite lo stesso impatto che avevano su di me i miei artisti preferiti. Ho voluto che i miei ultimi concerti fossero a Londra perché non so se tornerò in tour di nuovo e voglio che la mia ultima volta sia stata a casa. Grazie per essere venuti, per tutto il vostro enorme amore e per la gentilezza. Me lo ricorderò per il resto della mia vita. Vi amo. Buonanotte per ora”.

-LEGGI ANCHE Adele: trionfo a Verona - La scaletta e i video del concerto

La notizia non giunge a sorpresa. Già lo scorso marzo, durante un concerto in Nuova Zelanda, Adele aveva espresso il desiderio di non esibirsi più in tour: “Gli applausi mi fanno sentire vulnerabile”.

La cantante inglese, in lacrime a fine concerto, ha salutato il pubblico di Londra con il suo inglese simpaticamente sboccato: «Forse non vi vedrò più a uno show dal vivo, ma non scorderò mai tutto questo. Da lunedì sarò solamente una mamma: non vedo la fottuta ora».

Una volta terminato l’ultimo tour, l’artista ha espresso il suo desiderio di dedicarsi a piaceri semplici e di trascorrere più tempo possibile a casa con la sua famiglia, bere vino e whisky, fumare sigarette. Insomma, nessun capriccio da rockstar, solo la voglia di allontanarsi dalle accecanti quanto effimere luci della ribalta.

-LEGGI ANCHE Grammy Awards 2017: perché Adele ha vinto 5 premi

La decisione di Adele, che in carriera ha venduto oltre 40 milioni di album e 50 milioni di singoli, ricorda non poco quella di Mina, a cui assomiglia non solo fisicamente, ma anche per eleganza,virtuosismo vocale e stile musicale, con pomposi arrangiamenti orchestrali a sostenere ed esaltare i poderosi vocalizzi.

La Tigre di Cremona ha tenuto i suoi ultimi concerti nel 1978 alla Bussoladomani in Versilia, introdotti ogni sera da monologhi di grandi attori comici, tra cui Walter Chiari, Gino Bramieri e il trio La Smorfia.

-LEGGI ANCHE Adele, la recensione di "25": il verdetto

Gli spettacoli furono soltanto undici, invece dei quindici concordati, a causa di un'infezione polmonare che colpì la cantante prima della conclusione del tour, che comunque riscosse un grandissimo successo di pubblico e di critica.

Dall’ultimo concerto di Mina, che si è tenuto il 23 agosto 1978, è stato ricavato il doppio album cult Mina Live '78, inserito dalla rivista Rolling Stones tra "i 100 dischi italiani più belli di sempre”.

Scommettiamo che anche gli ultimi concerti di Adele diventeranno un album-strenna natalizia?

© Riproduzione Riservata

Commenti