Gabriele Antonucci

-

«Abbiamo deciso di proseguire con l'eccitante progetto di un avatar tour, ma soprattutto dopo 35 anni siamo entrati in uno studio di registrazione per incidere della nuova musica: è stato come se il tempo si fosse fermato. Ci siamo sentiti come se ci fossimo presi una breve vacanza».

Così il 27 aprile 2018 è arrivata come un fulmine a ciel sereno su Instagram la notizia di una clamorosa reunion degli Abba, più volte smentita nel corso degli anni, anche se solo per incidere due nuove canzoni.

Uno dei due nuovi brani sarà I Still Have Faith In You, che doveva essere presentato in uno speciale prodotto da Nbc e Bbc previsto per lo scorso dicembre.

Il motivo di quella mancata messa in onda è ora più chiaro: secondo l'Express Online è quasi pronto un nuovo album di inediti, a 38 anni di distanza dal loro ultimo lavoro in studio The Visitors.

Il sito ha riportato ieri le parole di una fonte accreditata (ma che vuole restare anonima) che ha rivelato l' uscita di un disco di inediti e non solo di un paio di tracce, come era stato anticipato alcuni mesi fa.

"Benny è molto cauto e meticoloso, non vuole macchiare l'eredità del gruppo con qualcosa di inferiore al passato, quindi si sta prendendo il suo tempo nello scrivere le nuove canzoni, ma stanno prendendo forma piuttosto rapidamente", assicura la fonte.

Benny Andersson, la mente musicale della band, ha già scritto otto nuove canzoni originali, cinque delle quali sono completamente registrate e Agnetha e Anni-Frida hanno appena terminato di incidere le parti vocali.

Le canzoni faranno parte di un album che, realisticamente, sarà pronto per il ricco mercato natalizio.

Inoltre, sembra che sia stato già girato un video di ultima generazione, utilizzando una tecnologia mai vista finora, per un costo di 15 milioni di sterline, di imminente uscita.

Gli Abba si sono formati a Stoccolma nel 1972 e hanno conosciuto il successo su scala mondiale con l'hit Waterloo, la canzone con cui hanno trionfato all'Eurovision Song Contest nel 1974.

Si calcola che il gruppo abbia venduto complessivamente la cifra record oltre 400 milioni di dischi nel mondo.

Le canzoni degli Abba erano e sono un unicum nel music business: melodie avvolgenti, ritornelli nememorabili, ritmiche disco music e voci potenti. Niente fronzoli o divagazioni soliste.

Nel 2014 hanno pubblicato Live at Wembley Arena un doppio cd live, storica testimonianza dei leggendari concerti di Londra nel 1979.

Nella tracklist sono presenti molte dei grandi successi della band: da Dancing Queen a Thank you for the music, Chiquita, Gimme! Gimme! Gimme!, Money, Money, Money, SOS e Fernando.

I milioni di fan degli ABBA hanno da alcuni anni il loro tempio nell'Abba The Museum, situato nel cuore di Stoccolma, sull'isola di Djiurgarden e ricavato nella più grande Swedish Hall of Fame, in un vecchio edificio delle dogane svedesi.

Zeppo di cimeli, abiti di scena, gigantografie, il museo vuole far sperimentare al visitatore la sensazione di essere il quinto membro degli Abba, accanto a Agnetha, Anni-frida, Bjorn e Benny

Mentre il musical Mamma Mia! continua a macinare milioni di incassi in tutti i teatri del mondo, alcuni mesi fa è uscito nei cinema Mamma Mia! Here we go again, il sequel del film campione di incassi Mamma Mia!.

Benny Andersson e Björn Ulvaeus sono stati coinvolti nel progetto come produttori esecutivi della parte musicale: il vero segreto del successo delle canzoni degli Abba.

© Riproduzione Riservata

Commenti