Tangeri: la nuova capitale della moda sostenibile
Moda

Tangeri: la nuova capitale della moda sostenibile

La appena conclusa Tangeri Fashion Week punta i riflettori sul Marocco, terra di tradizione e ponte tra culture.

Dal 30 maggio al primo giugno 2024, la città di Tangeri è stata il palcoscenico della Settimana della Moda, un evento straordinario sostenuto dal Ministero marocchino della Gioventù, della Cultura e della Comunicazione. Questa manifestazione ha visto la partecipazione di Vivienne Westwood, simbolo di moda e pioniera della moda eco-responsabile, con Carlo D’Amario, amministratore delegato della Maison, che ha condiviso la sua esperienza con la giovane generazione di stilisti marocchini.

Durante l'evento, dieci abiti iconici della Maison Vivienne Westwood hanno così sfilato accanto a creazioni avanguardiste e sostenibili create da stilisti marocchini, capaci di superare i confini tradizionali della moda, presentando capolavori che combinano estetica e sostenibilità.

L'obiettivo principale dell'iniziativa è di posizionare Tangeri come un pilastro fondamentale nello sviluppo dell'industria della moda, dell'arte e del turismo culturale. L'ambizione è chiara: costruire un'economia che valorizzi l'artigianato locale e promuova la moda sostenibile. La Settimana della Moda di Tangeri mira inoltre a mettere il Marocco sulla mappa della moda globale, costruendo al contempo un ponte culturale ed economico con il resto del mondo.

Tangeri, con la sua posizione geografica strategica, offre infatti una piattaforma ideale per un dialogo proficuo e partnership innovative. La città aspira a diventare un punto di congiunzione tra culture diverse e un polo di innovazione creativa, con un impegno fermo verso una moda responsabile, sostenibile ed etica.

Oltre alle creazioni di Vivienne Westwood e ai giovani talenti internazionali provenienti da Francia, Italia, Tunisia, Palestina e Turkmenistan, il caftano marocchino ha avuto un ruolo di primo piano. Questo simbolo di eleganza, tradizione e femminilità è stato rappresentato da rinomati stilisti marocchini come Amina Benzekri, Lamia Lakhsassi, Renata e Hanane Oukdim.

Romuald Bertrand

I più letti

avatar-icon

Mariella Baroli