Tutti i look di Venezia 80
(Photo by Rocco Spaziani/Archivio Spaziani/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Moda

Tutti i look di Venezia 80

Dagli arrivi al red carpet, i protagonisti dell'edizione 2023 del Festival del Cinema

Il lungo tappeto rosso è pronto anche quest'anno a ospitare le grandi star del cinema e della televisione? Sicuramente, ma la vera domanda è: chi presenzierà questa 80esima edizione?

Sono infatti molti che, in sostegno dello sciopero che ormai infiamma i lavoratori dello spettacolo americano da settimane, non faranno visita al lido. Nonostante ciò, non ci sono né conferme né certezze e il red carpet sarà una sorpresa per tutti.

Seguiamo qui insieme tutti look di ogni serata!

Caterina Murino, madrina di quest'anno,è tra le prime star ad arrivare e illuminare il lido con un total look verde firmato Giorgio Armani. Canotta e pantalone a palazzo della stessa tonalità con décolleté a punta, il tutto accompagnato da accessori Cartier. La supermodella Bianca Balti sceglie un total look di jeans firmato Ermanno Scervino, dal make-up semplice con collana dorata a catena doppia. Malika Ayane parte in grande stile con un abito plissé Issey Miyake nero, guanti fino al gomito e occhiali scuri nascosti dal ciuffo platino mentre la giovane attrice Cecilia Bertozzi opta per un look sbarazzino sempre in jeans firmato Fendi.

Caterina Murino (Ansa)

Le star di Hollywood ci sono mancate? Forse, ma sicuramente le nostre celebrity italiane non ci hanno fatto sfigurare. La prima serata viene inaugurata da Comandante di Edoardo De Angelis, con Pierfrancesco Favino come protagonista della pellicola e probabilmente anche della serata. In una mise total black e camicia see-through firmata Saint Laurent, l’attore trasuda fascino.

Mille strati di tessuto e perline rosso acceso per la madrina Caterina Murino, che veste Giorgio Armani Privé con gioielli Cartier. Stesso rosso che la supermodella Mariacarla Boscono indossa in tutt’altro modo. Presentandosi come una moderna Cappuccetto Rosso, l’abito prende vita dal capo, con un tessuto traslucido e impalpabile che termina sul bustino per poi ricomparire come gonna con un sensuale spacco laterale, custom by Dolce & Gabbana. Elegantissima anche Claudia Gerini in total black Luisa Spagnoli e gioielli Leo Pizzo. Eterea invece Bianca Balti in Ermanno Scervino, gioielli Pomellato e abito in chiffon celeste drappeggiato. Silvia D'amico elegante dalla profonda scollatura in Giorgio Armani e Bianca Brandolini con un abito Schiaparelli in raso ecru sul davanti e strascico in velluto nero incredibilmente ammaliante.

Pierfrancesco Favino (Ansa)

Protagonisti indiscussi della seconda serata della Mostra del Cinema sono Adam Driver e Patrick Dempsey, arrivati per la presentazione di Ferrari, biopic diretto dal regista Michael Mann che racconta una parentesi di vita del fondatore Enzo Ferrari nel 1957, quando ha rischiato tutto pur di arrivare alla vittoria.

Adam Driver e Michael Mann (Ansa)

Entrambi elegantissimi optano per il papillon, con Patrick Dempsey in Brunello Cucinelli.

La madrina riesce a superarsi serata dopo serata, Caterina Murino elegantissima in un bianco Atelier Versace dalla scollatura originale dove strass argentati fanno capolino con la presenza di uno spacco provocante, firma della maison. La cantante Mara Sattei sceglie un colorato Giorgio Armani interamente ricamato con perline.

Figlia del rocker Mick Jagger, Georgia May Jagger sfila sul red carpet con un sensuale abito di strass neri e trasparenze mentre l’influencer Giulia Salemi, accompagnata dal fidanzato Pierpaolo Petrelli, non passa certo inosservata tra lo slip dress tempestato di cristalli firmato Atelier Emé e il voluminoso capospalla bianco con lunghi guanti al gomito.

Patrick Dempsey (Ansa)

La terza serata vede il regista Saverio Costanzo protagonista con la pellicola Finalmente l'alba, con Rebecca Antonaci come protagonista che sul red carpet sfoggia un look ironico e irriverente firmato Giorgio Armani.

Saverio Costanzo, Rebecca Antonaci e Sofia Panizzi (Ansa)

Ancora una volta, Giorgio Armani conferma il suo talento eMicaela Ramazzotti riesce a esprimerlo al meglio. Lo slip dress scelto dall'attrice infatti dichiara fascino e potere, con dei lacci che si incontrano sulla schiena dando vita a un gioco sensuale di intrecci. Alice Pagani ricorda il mare e la sua spuma in una cascata di tessuto celeste ricamato di cristalli, creato da Antonio Marras mentre Cristiano Caccamo sfoggia uno smoking, elegante come sempre.

Caterina Murino per la terza serata ha scelto un accompagnatore speciale, il suo bassotto, che passeggia al suo fianco mentre lei sfila in nero Alberta Ferretti. Continua a collezionare cuori Jaime Lorente celebre attore spagnolo della serie La casa di carta mentre Michele Bravi propone una nuova visione del total black firmata Fendi. Raffinata invece l'attrice Cristiana Capotondi in un abito Givenchy con gioielli Bulgari mentre la modella Barbara Palvin, dalla pettinatura impeccabile,non abbandona il profondo spacco, questa volta firmato Giorgio Armani.

Jaime Lorente (Ansa)

Adagio di Stefano Sollima e Maestro, secondo debutto per Bradley Cooper come regista, grande assente della serata. Sono questi i due film protagonisti della quarta giornata alla Mostra del Cinema di Venezia 80. Tra i protagonisti della serata c'è Tony Leung Chiu-Wai, attore originario di Hong Kong al quale viene conferito il Leone d'Oro alla carriera. Una coppia dal look perfetto, l'attore e la moglie Carina Lau Kar-Ling, lui in Giorgio Armani dal taglio ricercato, lei in rosso Giorgio Armani Privé con lunga giacca in coccodrillo dalle spalle strutturate e long dress in paillettes rosse.

Tony Leung Chiu-Wai e Carina Lau Kar-Ling (Ansa)

Impeccabile la supermodella Carla Bruni in Valentino con gioielli Chopard, con un lungo abito nero che al collo appunta delle rose argentate, argento che ritroviamo nell'outfit Balenciaga di Isabelle Huppert, a dimostrazione che non è l'abito a fare una donna, ma la donna che fa l'abito. La madrina Caterina Murino anche questa sera con un look di classe firmato Fendi Couture mentre Diego Dolcini in Gucci e Lucrezia Lante della Rovere in La Jolie Fille, hanno scelto la stessa calzatura per la serata, dei sandali tal tacco 11cm lei in oro e lui in nero. Come ogni anno poi non può mancare una certa presenza di influencer, da Giorgia Soleri che sceglie unabito drappeggiato in rosso Vivienne Westwood a Paola Turani che invece opta per uno slip dress gioiello firmato Paolo Sebastian Couture, con un vaporoso coprispalle nero e guanti. La giovane attrice Serena de Ferrari sfila il tappeto rosso in un abito bustier Moschino nero dai cuori ricamati in oro.

Carla Bruni (Ansa)

La quinta serata ha gli occhi puntati verso The Killer del regista David Fincher e La Bête del francese Bertrand Bonello, in un raffinato smoking grigio chiaro Dior Men. Sul red carpet invece ha fatto scalpore l'arrivo di Ilary Blasi, questa volta in una veste tutta nuova ed elegante, anche lei in Dior. La madrina, Caterina Murino, per la serata sceglie un tuxedo nero Kiton in satin di seta, con bustier ricamato da cristalli Swarovski. In completo con gilet anche Micaela Ramazzotti, firmato Stella McCartney mentre l'influencer Giulia Gaudino indossa una creazione esclusiva Antonio Riva Milano, un abito bustier in pizzo color ametista con ricami floreali e frange in cristallo. Tra gli uomini spiccano Marco Bocci in total white firmato Lanieri e il giovane attore e cantante Matteo Paolillo in Dolce & Gabbana.

Bertrand Bonello

Non avrete sentito parlare d'altro nella giornata di ieri, ebbene si, i protagonisti di Priscilla sono arrivati al Lido e tra loro c'era il nuovo Elvis, Jacob Elordi. Ex giocatore di football alto 1,96m è riuscito a superare le aspettative appena sceso dalla barca, prima in Bottega Veneta e poi in Valentino sul red carpet. Protagonista al suo fianco Cailee Spaeny in un delicato abito bianco Miu Miu, vicino a lei la vera Priscilla Presley e la regista Sofia Coppola, entrambe in Chanel.

Jacob Elordi, Cailee Spaeny, Priscilla Presley e Sofia Coppola (Ansa)

Riportando la cravatta in auge, l'attrice Kasia Smutniak e il Direttore Creativo Pierpaolo Piccioli diventano gli yin e yang della serata, lei in nero lui in bianco. La cantante Patty Pravo decisamente raffinata in un lungo abito Simone Folco con strascico e gioielli Bulgari. Anche Caterina Murino sceglie un black&white per la serata, firmato Moschino. Bianco gesso per Rocío Muñoz Morales che sceglie un abito bustier Alberta Ferretti mentre Bella Thorne predilige un bianco caldo, firmato Tom Ford.

Kasia Smutniak e Pierpaolo Piccioli (Ansa)

Se l'altra serata poteva avere come tema celato il black&white, il settimo red carpet ha visto rubarsi il suo colore primario: il rosso. Sono infatti Benedetta Porcaroli e Georgina Rodríguez, la prima in Prada e la seconda in Vetements, ad aver scelto la tonalità tanto temuta e spesso sfidata, eppure in abiti totalmente opposti. L'attrice con scollo a barchetta e schiena scoperta mentre l'influencer sfoggia una scollatura niente male con bustino drappeggiato.

Georgina Rodríguez (Photo by Dominique Charriau/WireImage)

Pietro Castellitto arriva impeccabile in Dior per presentare il suo secondo film Enea, con lui Tutti Fenomeni, pseudonimo del cantautore Giorgio Quarzo Guarascio in completo Giorgio Armani che nel film interpreta Valentino. Bellissimi Sergio Castellitto in Giorgio Armani al fianco della moglie e scrittrice Margaret Mazzantini. La conduttrice Andrea Delogu elegante in uno slip dress nero dai dettagli see-through mentre la modella e attrice spagnola Claudia Bouza omaggia Audrey Hepburn con un abito tutto fifties fine e delicato. Un tocco di colore per Caterina Murino che sceglie un verde smeraldo firmato Alberta Ferretti.

Pietro Castellitto (Ansa)

Sarà a causa dell'assenza dei grandi attori stranieri, la poca fantasia del momento o l'incredibile presenza degli influencer che si fa sentire più del solito, ma questa 80ª edizione non sta regalando forti emozioni sul red carpet, salvo poche eccezioni. La serata di Io Capitano di Matteo Garrone e Origin di Ava DuVernay ha infatti visto pochissime eccezioni, tra queste proprio la regista DuVernay in un abito dalla silhouette a colonna color oro, inconfondibilmente Prada. Caterina Murino in versione Barbie ballerina firmata Philosopy by Lorenzo Serafini e la regista francese Alice Diop in completo corallo con giacca over di Valentino. È in classifica tra gli abiti più eleganti del festival ed è indossato dalla modella israeliana Bar Refaeli ideato da Elisabetta Franchi mentre è molto raffinata la scelta dell'attrice francese Pascale Arbillot, abito plissettato dalle maniche svasate con dettagli cut-out. Eterea ed essenziale Violante Placido dai toni candidi, esempio perfetto di quando la pettinatura fa tanto.

Ava DuVernay (Ansa)

Siamo quasi giunti al termine di questa 80ª edizione e stiamo ancora aspettando qualche colpo di scena sul red carpet, nonostante ciò, la nona serata ha visto protagonisti dei completi maschili, che si allontanano dalle classiche silhouette, degni di nota. Parliamo ad esempio di Gianmarco Saurino in Valentino e dell'attore tedesco Franz Rogowski, protagonista in Lubo di Giorgio Diritti. Protagonista femminile della pellicola di Diritti è Valentina Bellè, che stupisce con un look ricercato. Tra gli ospiti ritroviamo Giacomo Giorgio in doppiopetto Versace mentre Aurora Ruffino risplende in un abito Pronovias dal rosa tenue, perfettamente abbinato al make-up. Sul red carpet scoviamo anche Raoul Bova in compagnia dei giovani attori Fiorenza D'Antonio, Chiara Bordi, Vittorio Magazzù ed Enea Barozzi, protagonisti della sua ultima serie I Fantastici 5.

Valentina Bellè (Ansa)

Si dice che per le cose belle bisogna aver pazienza, e direi che la nostra è stata abbondantemente ripagata. Jessica Chastain approda a Venezia per presentare la pellicola di Michael Franco, Memory, ed è un'armatura che sceglie di indossare, tra le più glamour che ci siano, firmata Gucci. Un lungo abito dalla profonda scollatura interamente ricoperto da paillettes bronzee, per un look abbagliante. Maggie Gyllenhaal opta per il nero, arricchito però sulle spalline e in vita da strass ricamati in argento mentre Alba Rohrwacher ricrea un'immagine impalpabile scegliendo un abito bianco Dior con corpetto stretto che ricade in un leggero plissettato sulla gonna. Molto elegante l'attrice Jane Alexander, specialmente con gli accessori giusti, se non fosse per i piedi scalzi. Caterina Murino spumeggiante in ciclamino mentre l'attore francese Guillaume Canet raffinato in completo doppiopetto Giorgio Armani.

Jessica Chastain (Ansa)

Siamo finalmente giunti red carpet conclusivo di questa 80ª edizione della Mostra del Cinema, dove volti ed espressioni vengono catturati pochi istanti prima dell'inizio della consegna dei premi. La madrina, Caterina Murino, ha riservato un gran finale per noi in blu Giorgio Armani Privé, incantevole. Elegantissima anche Claudia Gerini in nero Giorgio Armani mentre Micaela Ramazzotti sceglie il bianco Stella McCartney dal collier di strass per la premiazione finale. È un bianco diverso invece quello scelto da Alice Diop, dalla silhouette elegante e originale, con gioielli inediti e perfettamente calzanti. Possiamo dire che re Giorgio Armani abbia dominato la serata, perché anche Maggie Gyllenhaal lo predilige e ci trasmette un'altra lezione di stile dal carattere prorompente. Il regista italiano Matteo Garrone, vincitore del Leone d'Argento per la migliore regia, arriva al fianco dell'attore protagonista di Io CapitanoSeydou Sarr, vincitore del premio Mastroianni come migliore attore emergente.

Caterina Murino (Ansa)

I più letti