Magazine

Sfida continua

Non abbassare mai i toni, alzare la posta in palio, cercare una sfida al giorno. Così la coppia Salvini-Di Maio vuole prendersi tutto

La copertina di Panorama n.37, in edicola il 30 agosto 2018

Redazione

-

Erano avversari alle elezioni, ora Lega e Movimento 5 stelle sembrano avere trovato un loro equilibrio stabile nella improbabile coalizione gialloverde. Il segreto sta nell’evitare di invadere il campo dell’alleato.

Un equilibrio che per ora funziona: le polemiche e i punti di vista diversi non mancano dentro la maggioranza, ma si tratta sempre di scosse di assestamento che non terremotano il governo.

Però Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno entrambi un disegno ambizioso: essere i campioni di una possibile alternanza. Quindi, quanto durerà?

Con quel caos un po' così

Nel primo lunedì di rientro dopo il disastro del ponte Morandi, Genova si mette alla prova. Il traffico è già impazzito anche se le scuole devono ancora riaprire. La città dovrà sopravvivere divisa in due dopo il crollo del suo ponte simbolo, in attesa che i due monconi siano demoliti. E però niente si ferma, il porto, l’Acquario, gli abitanti.... Anzi: i genovesi sono pratici, abituati da sempre a superare le difficoltà. E così anche la gente comune avanza suggerimenti: perché non introdurre i vaporetti, come a Venezia? O applicare il telelavoro?

Venezuela, come si distrugge un Paese

Era la nazione più ricca del Sudamerica (e ha tuttora enormi risorse petrolifere) oggi è sul lastrico, con un’inflazione che ha del grottesco, la gente che muore di fame e cerca cibo nella spazzatura, e oltre due milioni di persone che hanno abbandonato le loro case per cercare un futuro altrove. Come si è arrivati a questo punto?

La colpa è di due dittatori comunisti, Chavez prima e, oggi, Maduro. Lo spiega a Panorama Ricardo Hausmann, economista che insegna ad Harvard ma che è nato in Venezuela (dove è stato anche ministro).

Un'americana a Ferrara

Lei è Anselma Dell'Oglio, moglie di Giuliano Ferrara. Nata a Los Angeles 77 anni fa da un mix speciale, padre immigrato pugliese e madre russa, è femminista sui generis, traduttrice, attrice, critica cinematografica.

Ha fatto il percorso inverso del papà e, dagli Stati Uniti, è tornata in Italia a tredici anni.

Nel 1982 ha incontrato Ferrara (“ho sempre subìto il fascino dei ribelli, lui era una boccata di ossigeno”) e ha deciso che quell’uomo doveva entrare nella sua vita. Non solo c’è entrato ma non ne è più uscito. Anche se, come confessa, "tra me e Giuliano volano le stoviglie dalla mattina alla sera".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Macerie d'Italia: dal ponte di Genova al dopo terremoto

Prevenzione, programmazione, investimenti: le parole d'ordine di una politica che guarda avanti. Altro che Stato padrone e guerra alle infrastrutture

Pensione completa in... Portogallo

Sono sempre più numerosi gli italiani che decidono di trasferirsi nel Paese iberico. Anche per poter rivivere un'Italia che non c'è più

Barbara D'Urso: "Tutti mi vogliono"

I politici fanno la fila per essere ospitati in tv e le chiedono di candidarsi. Lei regala a ognuno quel suo sorriso smagliante, su Panorama in edicola il 9 agosto

Commenti