Magazine

Salone del Mobile: a Milano la creatività al potere

Sta per partire la settimana dedicata al Design che accende Milano, capitale mondiale dello stile

Salone del Mobile

Parola d’ordine: «Ingegno». Sarà il leitmotiv della 58esima edizione del Salone del Mobile che, dal 9 al 14 aprile, regalerà a Milano, come da copione, lo spettacolo più coinvolgente, rutilante e cosmopolita della primavera italiana. Ora, nell’anno in cui si celebra il cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci, nessun vocabolo potrebbe essere più azzeccato di questo. Tanto più che di ingegno si parla anche per quella intelligenza come principio di creatività, per quel senso del talento, per quella geniale abilità nel fare e nel pensare che contraddistingue, da ormai quasi 60 anni, i protagonisti del design italiano.

Così proprio ad alcuni di loro, ovvero a Michele De Lucchi, Patricia Urquiola, Piero Lissoni, Carlo Colombo e al duo Marcel Wanders e Gabriele Chiave, abbiamo chiesto un prestigioso contributo che raccontasse al lettore di Panorama l’essenza del proprio lavoro. Dall’importanza del legno al potere del colore, dalla piacevolezza tattile delle superfici all’aspetto social dei nuovi divani, fino al culto del lusso come elogio della bellezza. Troverete in questo speciale alcune anticipazioni del Salone e del Fuorisalone, quelle dei brand che hanno fatto la storia del design internazionale. E poi, un’attenzione speciale anche alla biennale di Euroluce, che prosegue la sua strada illuminante abbinando ricerche tecnologiche e visioni creative, poetiche e sostenibili.

E se la storia di copertina è dedicata a «un teenager di mezza età con seri problemi di acne» ovvero a Maurizio Cattelan, artista e pensatore libero con un suo personale punto di vista sull'arte, sull'amore e quindi anche sul design, un altro incontro al fulmicotone è quello con il musicista Saturnino che ci ha aperto la sua casa milanese, mostrando il proprio senso dell’arredare così anticonvenzionale eppure così affascinante.

Per non parlare delle anteprime tecnologiche, del progetto Doppia Firma, giunto alla sua quarta edizione, e della guida agli eventi, quelli più spettacolari, anzi «immersivi», per usare un termine ora molto amato. Una mappa ragionata che seleziona, in giro per Milano, gli appuntamenti imperdibili. E, per concludere, un gioco: l’In&Out. Cosa sale e cosa scende. Ma qui, le scommesse sono aperte.
 © riproduzione riservata 

© Riproduzione Riservata

Commenti