La meglio Italia
La meglio Italia
Magazine

La meglio Italia

La copertina di Panorama in edicola da giovedì 27 marzo è dedicata alla «meglio Italia»: parliamo degli italiani che si fanno veramente onore all'estero, delle tante imprese che stanno ripartendo a Reggio Calabria (la città dove mercoledì 2 aprile inizia il grande tour di Panorama d'Italia) e di come a Verona ci sia chi raccoglie online centinaia di storie di successo, tutte da imitare

VITE PERICOLANTI ALL’AQUILA
Sul nuovo Panorama anche un reportage dall’Aquila, a 5 anni dal terremoto del 6 aprile 2009. I testimoni raccontano la loro convivenza con una realtà ancora «puntellata», nelle troppe strade ancora off limits, mentre la vita nelle new town è un’esistenza quasi da fantasmi. Eppure anche all’Aquila c’è chi non molla. C’è chi, in una baracchina, ha ricavato un negozio di souvenir e decoupage e apre ogni mattina. Perché l’attaccamento alla tua terra supera ogni scossa esistenziale.

LA SCUOLA DELL’UGOLA DI DIO
È successo suor Cristina Scuccia: è entrata alla Star Rose Academy di Roma nel 2008 e ora ha conquistato tv e il web con 30 milioni di clic su Youtube. Perché all’X Factor delle Orsoline si può diventare cantanti o suore (proprio come ha fatto lei, che nel 2009 ha scoperto a scuola la sua vocazione). Oppure entrambe le cose. Panorama racconta la scuola romana di canto, danza e recitazione diretta dalla ex attrice Claudia Koll, che ha scoperto suor Cristina. Ad Assisi, in luglio, la religiosa rinnoverà i voti di castità, povertà e obbedienza delle Orsoline: ma continuerà anche a cantare con la sua straordinaria voce, che ha fatto impazzire anche un rapper come J-Ax.

NELLA MOSCA GAY
Non è semplice essere omosessuali, a Mosca. Messi al bando per una legge, i gay si ritrovano a Kitaj Gorod, un quartiere del centro di Mosca vicino alla Piazza Rossa. Qui ogni sera va in scena la «moscovita»: la notte omosex della capitale russa. Dove sono concentrati, e tollerati, ristoranti, locali e discoteche per omosessuali. Panorama racconta come vivono e si divertono i gay nella capitale russa. A dispetto di una legislazione omofoba che non riesce evidente a informare di sé una società che si sta rapidamente modificando. Anche negli antichi pregiudizi.

ARRIVA HOUSE OF CARDS
Sangue, loschi affari, lotte di potere, scandali sessuali. Panorama svela in anteprima alcuni dei segreti di «House of cards». La nuova serie tv, che in Italia parte il 9 aprile su Sky Atlantic, sembra il cinico ritratto della politica americana. Invece è uno spudorato inno all’arte della strategia, un recupero culturale del machiavellismo. Che a noi italiani può tornare utile. Perché mentre la trasparenza sembra imporsi come il nuovo dogma, la serie tv (con un Kavin Spacey nei panni di un politico tagliente come un rasoio) è lo spunto per fare una riflessione, forse impopolare ma ficcante, sulle virtù della macchinazione. E della segretezza delle manovre politiche.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti