Lista di NOzze

Sul numero di Panorama in edicola dal 17 maggio, cronaca di una pazza trattativa matrimoniale fra veti e dietrofront

cover1030x615_22

Redazione

-

La copertina - Cronache di un grasso, grosso (e incerto) matrimonio populista

La copertina di Panorama, ironica ma non molto lontana dal vero, è dedicata al matrimonio fra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Matrimonio appena iniziato, dopo infiniti preliminari, ma già traballante e dal futuro assai incerto. I due leader, il grillino e il leghista, sono alla ricerca di un accordo di governo che faccia scattare la magica alchimia tra Lega e 5 stelle. Così, tra accelerazioni e stop, con richieste di «altro tempo» per giungere finalmente a un’intesa, e con il presidente Sergio Mattarella che sta esaurendo la pazienza, i «promessi sposi» tentano ogni geometria istituzionale. Sempre con un retropensiero però: se va male, le nozze saltano...  

Reportage - Noi Italiani che facciamo scuola in Afghanistan

Raccontiano, con un reportage in Afghanistan, come nonostante bombe e terrorismo, gli studenti e le studentesse afghane vogliono imparare, andare all’università, diventare medici, avvocati. Lavorano duramente sui banchi di scuola e alla fine riescono a realizzare i loro sogni anche grazie a un’organizzazione italiana che lavora insieme alla Ong Shuhada e costruisce edifici scolastici nelle zone più povere del Paese, per esempio tra le montagne. Sono scuole femminili o miste, mai solo maschili perché la scelta è di aiutare soprattutto le donne afgane.  Uno di questi volontari, che si chiama Marco Niada, ha  raccontato a Panorama questa straordinaria iniziativa, che si finanzia con soldi di donatori privati.

Tecnologia - Protesi verso il futuro

Abbiamo poi un servizio che abbiamo intitolato “Protesi verso il futuro”, con un gioco sulla parola protesi, visto che parliamo di pezzi di ricambio hi-tech per restituire mani, braccia e gambe a chi le ha perse. Abbiamo visitato uno dei centri di eccellenza italiani che progetta e realizza arti bionici e robotici: la Scuola Sant’Anna di Pisa, dove hanno creato una mano artificiale con prestazioni sovrapponibili a quella naturale, compreso il senso del tatto. A sperimentarla su di sé è Almerina, una signora di 55 anni che 24 anni fa ha perso la mano sinistra in un incidente sul lavoro. Ma raccontiamo anche altre “fabbriche” al mondo di pezzi di ricambio che permettono di afferrare oggetti senza avere le braccia, o camminare senza avere le gambe.

Luoghi cult - Come nella caverna di Ali Babà

Infine un viaggio inedito nel Magazzino dei Costumi della Scala di Milano, in zona Tortona, dove sono custoditi piume di pavone, tiare principesche, metri di tulle, oltre a 650 costumi dell’Aida di Zeffirelli del 1962. Costumi appartenenti a circa 280 allestimenti a cominciare dal 1911 fino ai nostri giorni. È un luogo onirico e magico, dal fascino letterario: 20 mila metri quadrati dove lavorano 46 artigiane che si dividono tra il magazzino tessuti, la sartoria, la modisteria, la lavanderia dei Laboratori.

© Riproduzione Riservata

Commenti