Magazine

Ho sparato perché sono un uomo normale

Legittima difesa: parla Graziano Stacchio, il benzinaio che nel 2015 uccise un rapinatore. Su Panorama in edicola dal 15 febbraio

MI SONO ARMATO PERCHÉ COSTRETTO

Nel 2015 Graziano Stacchio ha ucciso un rapinatore. Da allora lo si è voluto trasformare nell’emblema della giustizia fai da te. Siamo andati a trovarlo adesso che, dopo il caso del gioielliere napoletano, si torna a parlare di legittima difesa. «Non sono un eroe» dice a Panorama «faccio parte di quella moltitudine che non sa adeguarsi alle mostruosità di quest’epoca».

L’AGGUATO

La vera storia del terremoto sui mercati, nell’estate del 2011, che fu addebitato a Berlusconi, allora al governo. L'economista Antonio Ricolfi ha messo in fila dati e numeri per analizzare l’estate di sette anni fa in cui il governo di centrodestra fu costretto a dimettersi dietro le pressioni interne e internazionali. Arrivando alla conclusione che le vere responsabilità delle fibrillazioni non andavano cercate a Roma, né in Germania. Ma a Parigi.

JESSICA. CI CHIEDEVA AIUTO E NON L’ABBIAMO AIUTATA

Don Gino Rigoldi ha conosciuto bene e ha cercato di sostenere Jessica Valentina Faoro, la 19enne uccisa a Milano dall’uomo che la ospitava. «Era martoriata dalla vita, ma aveva intatti ancora i suoi sogni», ricorda.

IL VINILE È TORNATO. PER RESTARE

Il disco in vinile è di nuovo di moda. Una riscossa analogica nell’era della febbre digitale. A rivelarlo sono i numeri: in Italia, nel 2017, il mercato del 33 giri è cresciuto del 46,7 per cento. E ad acquistarlo sono soprattutto i giovanissimi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti