Panorama: decadenza Berlusconi - poligono Italia

Nel numero in edicola dal 28 novembre magistrati politicizzati, La Repubblica-Il Fatto, Napolitano, Grillo Renzi. Quelli che applaudono alla decadenza di Berlusconi presto litigheranno tra di loro

La copertina di Panorama in edicola dal 28 novembre

Poligono Italia, o meglio, bersaglio Silvio Berlusconi. È questo il tema della copertina del numero di Panorama in edicola dal 28 novembre. Vent’anni di successi elettorali. Vent’anni di processi, inchieste e gogna mediatica senza precedenti e senza confronti. Mentre per l’ex premier la decadenza dal Senato pare la via obbligata, Panorama analizza la «questione Berlusconi» a 360 gradi. Con una certezza: allontanarlo dalla politica non sarà mai possibile.

I nostri 916 diplomatici sono tra i meglio pagati al mondo: un console con qualche anno di carriera percepisce più di un parlamentare, mentre un ambasciatore prende circa il doppio. E questo quando sono in sede, a Roma. A spanne, cioè, prendono sui 180-200 mila euro netti l’anno. Sono alcuni dei risultati di un’indagine condotta da Panorama nel mondo dorato della diplomazia italiana. Agli stipendi si aggiunge l’Ise, l’«indennità di servizio all’estero» di cui godono i dipendenti della Farnesina non appena mettono il naso fuori dall’Italia, e altre indennità sempre esentasse. Quanto fa, in tutto? Per i consoli andiamo da 16 a 25 mila euro al mese, netti, che si aggiungono allo stipendio. Per gli ambasciatori si arriva a 40 mila euro. Sempre al mese.

L’avviso di sfratto a Ignazio Marino, sindaco di Roma, è arrivato domenica 24 novembre da Alfio Marchini: è giunto in consiglio comunale con uno scatolone pieno di decine di migliaia di emendamenti. Evocando il commissariamento, Marchini ha detto. «Non credo che un commissario possa fare meno o peggio di questa amministrazione». I termini per l’approvazione del bilancio scadono il 30 novembre. Poi resteranno 10 giorni per trovare un accordo. Panorama in edicola racconta la crisi finanziaria del Comune di Roma. Ma anche il disastro gestionale di quello di Genova, retto da Marco Doria. Due «profondi rossi» a confronto. 

Con il suo stipendio da 1.280 euro ha comprato un’Opel Astra e la tv ai genitori, che lo aspettano a Pachino, in Sicilia. Panorama ha intervistato un agente di 25 anni: è Salvatore Piccione, il poliziotto della foto icona no Tav, quella che il 16 novembre ha fissato il bacio della manifestante alla sua visiera. Una foto che si è trasformata da simbolo pacifista a messaggio d’odio, dopo le dichiarazioni della ragazza che ne ha smontato lo stereotipo. Piccione spiega com’è la vita dall’altra parte della protesta: la polizia, la Tav, la famiglia, le cariche e quel bacio-provocazione. 

La Sardegna è l’ultima tragedia. Risanare l’Italia dal rischio idrogeologico è una chimera perché i 40 miliardi necessari sono troppi. In un’intervista a Panorama Franco Gabrielli, capo della Protezione civile, rilancia l’unica via d’uscita per non contare altri morti: un «patto sociale» tra cittadini e istituzioni. Così un sindaco che fa evacuare un’area non va attaccato se poi non si verifica una calamità. Ma troppi sindaci sono inadempienti e purtroppo non temono neanche le condanne penali.

Infine, Panorama analizza un fenomeno in crescita esponenziale: quello delle cure per i nostri più fedeli amici, i cani. Trasformati in paggetti nel giorno del matrimonio dei loro padroni, coccolati in culle con profumi e balocchi, in passerella come top model, al bar per il loro happy hour, cremati e in bare di lusso quando muoiono. È il nuovo mondo a quattro zampe che in Italia muove un fatturato di quasi 4 miliardi di euro. In un periodo di culle vuote, sono loro i nuovi bebè.

© Riproduzione Riservata

Commenti