ICON_Novembre_2014
Magazine

Bryan Ferry: l'unico Rocker in smocking. Su Icon

Bryan Ferry è il protagonista della prossima copertina di Icon, il magazine maschile di Panorama. E non è il solo: oltre a lui c’è Marc Márquez, campione della MotoGP

Icon, il magazine maschile di Panorama, è in edicola con due copertine: la prima celebra Bryan Ferry, il dandy e leader del gruppo Roxy Music (ormai con una carriera sempre più solista: Avonmore, il suo nuovo disco, arriva da noi il 17 novembre); l’altra festeggia la straordinaria conquista da parte di Marc Márquez – a soli 21 anni – del (secondo) titolo mondiale in MotoGp. 

Sono due lunghe interviste, curate e approfondite, per sottolineare il nuovo corso della rivista, che dal 2015 avrà sempre più racconti e avventure, filtrate attraverso la lente dello stile.

Ma che tipo è il rocker Ferry, uomo dai gesti eleganti che ha affascinato pure David Bowie? Non segue alcuna dieta particolare. Non va in palestra né fa esercizio fisico. «Mi bastano i concerti» dice con un risolino. «Sono piuttosto fortunato».
E in effetti, Bryan Ferry fortunato lo è stato davvero. Figlio di un minatore del Nord-est dell’Inghilterra, metteva da parte i soldi ricavati da un lavoretto part-time in una sartoria per comprarsi un 78 giri alla settimana, ascoltando il blues americano e il R&B d’importazione. Fin dai tempi in cui studiava Belle Arti all’Università di Newcastle, Ferry ha fondato band che hanno contribuito a plasmare la seconda ondata del rock britannico, nel solco dei Beatles e dei Rolling Stones, con uno stile che mescolava moda e teoria dell’arte con testi fantasiosi.
Raggiunto presto il successo con i Roxy Music, Ferry, grazie ai look eleganti e tenebrosi e alle romantiche liaison con diverse modelle e bambole dell’alta società, tra cui Jerry Hall e Amanda Lear, venne consacrato come il Casanova numero uno del rock, l’unico rocker la cui divisa d’ordinanza fosse lo smoking.
Adesso è single, reduce dal divorzio dalla sua seconda moglie Amanda Sheppard dopo neppure due anni di matrimonio. I tabloid inglesi si sono divertiti a sottolineare che Sheppard, una dirigente delle pubbliche relazioni, fosse di trent’anni più giovane di Ferry e avesse riferito alle amiche che il matrimonio era andato in pezzi a causa del «comportamento irragionevole» del marito.
Il primo matrimonio del rocker, con la mondana Lucy Helmore, si era concluso dopo ventun anni e periodi di abuso di droghe da parte di entrambi. 

Insomma, Icon: anche se in giro si continua a dire che nessuno legge più libri, è indubbio che ci sia una fame di storie sempre più forte. Se tutti, dentro di noi, abbiamo qualcosa da raccontare, basta grattare un po’ sul cuore di ognuno per far affiorare ricordi e speranze, avventure e dolori, vittorie e sconfitte. Storie.

Il prossimo numero di Icon è, dunque, pieno di racconti di uomini con uno stile preciso, icone del nostro tempo: dallo stilista Antonio Marras al fotografo David Lachapelle, dal curatore e designer Jan Bolen allo scrittore Michael Cunningham.

Puoi leggere Icon anche online: basta cliccare qui

© Riproduzione Riservata

Commenti