Renzi, voglio tutto

Nel numero di Panorama in edicola da domani le prossime mosse di Matteo Renzi, un uomo solo al comando di un partito, un governo, un paese

La copertina del numero 9 di Panorama

Quali saranno le prossime mosse di Matteo Renzi? Al presidente del Consiglio incaricato, Panorama dedica la copertina del numero in edicola da giovedì, 20 febbraio. Nomine negli enti pubblici, rapporto con gli alleati, scelta dei ministri: al grido «Voglio tutto!», il premier punta a essere un uomo solo al comando. Come del resto aveva già rivelato nella rapida marcia di conquista del partito.

 

Il giornalista Alan Friedman, autore del libro-scoop Ammazziamo il Gattopardo (Rizzoli) che ha appena rivelato le riservatissime trattative che nel 2011 portarono all’incarico governativo di Mario Monti e alla caduta di Silvio Berlusconi, annuncia a Panorama nuove rivelazioni. E sulle polemiche provocate dal suo libro dice: «Io odiato dai giornalisti italiani? C’è una parola nella vostra lingua che spiega questo atteggiamento: rosicare…».

È quasi un bollettino di guerra: da 470 a 580 bambini ricoverati per asma e malattie respiratorie tra 2000 e 2007. Altri 2.097 adulti finiti in ospedale per problemi cardiaci e cardiorespiratori. E, soprattutto, una cifra compresa fra 300 e 400 morti. Panorama rivela i primi risultati choc della perizia tecnica nell’inchiesta aperta dalla Procura di Savona sulla centrale a carbone della Tirreno Power di Vado Ligure, un’azienda nella galassia Sorgenia della famiglia di Carlo De Benedetti.

Il processo Stato-mafia? «Un’ipotesi grottesca». Le prove? «Le vanterie di un killer e le bufale di un calunniatore». I pentiti? «A volte dicono ciò che i giudici vogliono sentirsi dire». Le vittime delle manipolazioni dei carrieristi antimafia? «Distrutti dalla canea mediatica». Totò Riina? «Le sue farneticazioni hanno zero credibilità». Lo dice un uomo indiscutibilmente di sinistra: Pino Arlacchi, europarlamentare del Pd, esperto internazionale di criminalità  organizzata, ex vicepresidente della commissione parlamentare Antimafia.

È il boom dello sci fuoripista, il «free ride». Si pratica con l’heliski, ma divide gli sciatori e gli amanti delle nevi dopo la morte di un sottufficiale degli alpini. Da lusso per pochi solo trent’anni fa è diventato business di massa, a prezzi popolari: un volo costa in media 250 euro a testa. Autorizzato nel resto d’Italia, vietato nelle province di Trento e Bolzano. Un’inchiesta di Panorama nello sport estremo: una follia o un azzardo responsabile? E perché le guide si prestano?

È meglio curvo o piatto? Il grande dubbio tecnologico del 2014 è questo: Panorama indaga nella nuova frontiera dei dispositivi elettronici, ovverosia gli schermi concavi per tv, tablet, telefonini. Che  aumentano qualità delle immagini e catturano l’attenzione. Con un solo difetto, il prezzo. Almeno per ora.

© Riproduzione Riservata

Commenti