Monica Barbaro e Tom Cruise sul set di Top Gun: Maverick
(Eagle Pictures)
Monica Barbaro e Tom Cruise sul set di Top Gun: Maverick
Cinema

Il successo di Top Gun 2 dimostra che le sale sono vuote per colpa di film pessimi

Tom Cruise e i dinosauri volano al botteghino: la dimostrazione che c’è ancora chi va in sala. Ma non per i film italiani

Top Gun: Maverick continua a volare al boxofffice italiano, a un soffio dai 7 milioni di euro (6.976.505 euro, secondo dati Cinetel), e, come prevedibile, anche i dinosauri di Jurassic World - Il dominio, nonostante il ponte festivo che ha portato molti lontani da cinema e città, prendono quota con un esordio da oltre 3 milioni di euro (3.181.002). E il cinema italiano? Non pervenuto o quasi. Solo Nostalgia di Mario Martone, nello slancio dato dal Festival di Cannes, continua a mettere bracciate di fieno in cascina, incassando nella seconda settimana di programmazione, appena chiusa, 454.243 euro (per un totale di 916.847).

La crisi del cinema italiano

Guardando al botteghino dell'ultima settimana al cinema (dal 30 maggio al 5 giugno), oltre a Nostalgia, terzo sul podio, c’è solo un altro titolo italiano in top ten, ovvero Esterno nottedi Marco Bellocchio, serie tv sul rapimento di Aldo Moro presentata a Cannes e concepita per il cinema come film in due parti, la prima uscita il 18 maggio, la seconda in arrivo il 9 giugno. Esterno notte – Parte 1 nella settimana scorsa ha incassato solo 87.183 euro, risultando eppure quinto incasso, e racimolando in diciannove giorni di programmazione, nonostante i saluti in sala con regista e attori, solo 457.564 euro.

Marcel, il debutto alla regia dell’attrice Jasmine Trinca, con Alba Rohrwacher, al cinema dal 1° giugno dopo il passaggio a Cannes, è fuori dalla top ten con appena 22.563 euro in cinque giorni.

Settembre, buon debutto dell'attrice e sceneggiatrice Giulia Steigerwalt, fresco e grondante di autenticità nonostante il pullulare di lieti finali (guarda caso prodotto dall’ottima Groenlandia di Matteo Rovere e Sydney Sibilia), con una Barbara Ronchi verace alla ricerca della felicità, è ugualmente fuori dalla top ten e in tutto ha incassato 274.936 euro dalla sua uscita del 5 maggio.

In top ten ci sono invece le code lunghe di blockbuster usciti già da un po’: ecco Sonic 2 – Il film (in sala dal 7 aprile), sesto con 63.786 euro (in tutto 4.213.187); nonoAnimali fantastici - I segreti di Silente (in sala dal 13 aprile) con 33.338 euro (in tutto 8.421.198).

Immagine del film "Jurassic World - Il dominio" (Foto: Universal Pictures)

I numeri parlano: dietro alla crisi della sala cinematografica (nel primo trimestre del 2022 sono stati venduti meno di 10 milioni di biglietti, il 62% in meno rispetto al 2019), c’è anche la crisi del cinema italiano. Il Covid ci ha segnato, indubbiamente, e ha impigrito un pubblico italiano già poco affezionato alla magia del film in sala. Però i dati di Top Gun: Maverick, Jurassic World - Il dominio e via dicendo stanno lì a dimostrare che per certi prodotti c’è ancora voglia di uscire di casa, di rinunciare all'aperitivo e di accomodarsi in poltroncina per godersi lo spettacolo. Prodotti che però non rientrano nel Dna del cinema italiano e che probabilmente non abbiamo né le risorse né le capacità di fare.

«Serve un linguaggio internazionale», ci aveva detto poche settimane fa Paolo Genovese, regista del fortunato Perfetti sconosciuti, come ricetta per reinventare il cinema italiano alla luce di una crisi del botteghino «che la pandemia ha solo accelerato». Un respiro internazionale che latita nei nostri film da prima che il Covid allungasse la scure.

Top Gun: Maverick oltre i Mach degli incassi

Non ci sono supereroi, non ci sono trame da fumetto, eppure Top Gun: Maverick vola sfidando i Mach della velocità e continua la sua ascesa, pure a livello internazionale, anche grazie al passaparola positivo. Il sequel del cult Top Gun, infatti, non è un’operazione nostalgia, è un film appassionante che è riuscito a fare quasi meglio dell’originale, con un Tom Cruise che nonostante i quasi 60 anni cattura e non si spaccia per qualcosa che non è.

L’incasso complessivo al momento è di ben 548.604.000 milioni di dollari (e questo senza l'aiuto di Russia e Cina, dove il film non è uscito), a fronte di un costo di produzione di 170 milioni di dollari.

Top Gun 2 nel secondo weekend di programmazione ha portato a casa altri 86 milioni di dollari nei cinema nordamericani, con un calo degli incassi del -32,1% rispetto alla settimana di lancio: come scrive Box Office Mojo, si tratta di un risultato particolarmente impressionante considerando che anche i blockbuster Marvel di maggior successo tendono a scendere intorno al -50% o più nel loro secondo fine settimana. Per Tom Cruise è il più grande successo personale di sempre, che supera La guerra dei mondi del 2005. Lui sì che sa come portare la gente al cinema.

I più letti