This is not cricket di Jacopo de Bertoldi: una storia di amicizia e sport - Video
Immagine del film "This is not cricket" (Foto: ZaLab)
This is not cricket di Jacopo de Bertoldi: una storia di amicizia e sport - Video
Cinema

This is not cricket di Jacopo de Bertoldi: una storia di amicizia e sport - Video

Film documentario, esce il 7 maggio sulla piattaforma streaming ZalABB. Un ragazzo italiano e un ragazzo di origine indiana uniti dalla passione per il cricket

This is not cricket, il documentario scritto e diretto da Jacopo de Bertoldi presentato alla XVII edizione di Alice Nella Città come evento speciale di Panorama Italia, salta la sala, a causa dell'emergenza Coronavirus, ed esce direttamente come video on demand. È disponibile in streaming dal 7 maggio su ZalABB, la piattaforma di cinema del reale di ZaLab, che seleziona nel suo catalogo i documentari d'autore italiani e internazionali.

This is not cricket è una storia di integrazione e di amicizia tra due ragazzi, un italiano e un indiano, uniti dalla passione per il cricket, il gioco regolamentato più antico della storia giunto sino a noi, che nei Paesi del subcontinente asiatico è lo sport più diffuso. In Italia è per lo più ancora sconosciuto, eppure nel 2009 la Nazionale Italiana giovanile di cricket ha vinto il campionato europeo. Nessuno dei giocatori era cittadino italiano perché i giocatori di cricket, nati in Italia da genitori stranieri, possono rappresentare la nazionale italiana anche se non hanno la cittadinanza ma se vi risiedono da almeno 7 anni.

Il cricket, secondo sport più praticato al mondo dopo il calcio, sta gradualmente offrendo una possibilità concreta di integrazione a quegli immigrati che, per richiedere la cittadinanza in Italia, devono aspettare i 18 anni di età.

This is not cricket, quasi interamente girato a Roma, racconta la storia di amicizia tra Fernando e Shince. Nel quartiere più multietnico della capitale, Fernando Cittadini, un giovane cresciuto dalla zia, una colf nostalgica del Movimento Sociale di Almirante, e Shince Thomas, il suo migliore amico, romano di origine indiana, lottano per la sopravvivenza del Piazza Vittorio Cricket Club. Il documentario di De Bertoldi mette a fuoco il loro graduale passaggio dall'adolescenza all'età adulta con la macchina da presa che li segue da quando erano bambini, riprendendo i primi lanci nelle aiuole di quartiere, poi i tornei internazionali giovanili, fino al disfacimento della squadra e alla loro epopea per ricostruirla. Dentro e fuori dal campo da cricket, tra risate e depressioni, sbronze e bruschi risvegli, i due ragazzi sfidano con i loro vent'anni una città sempre più avara di possibilità.

Oggi la nazionale italiana di cricket è composta da giocatori italiani, ma anche da sud africani, australiani, srilankesi, indiani e pachistani naturalizzati italiani.

In questo video in esclusiva un estratto del film This is not cricket:

Ti potrebbe piacere anche

I più letti