Diritti Mondadori
Cinema

Star Wars, la classifica dei film più belli della saga

In attesa del settimo capitolo di "Guerre stellari", ripercorriamo gli episodi precedenti in base al giudizio della critica internazionale

Il conto alla rovescia si fa sempre più pressante: il 16 dicembre Star Wars: Il Risveglio della Forza arriverà nelle sale italiane, in anticipo di due giorni rispetto all'uscita americana. Settimo capitolo della saga di Guerre Stellari, è ambientato trent'anni dopo gli eventi de Il ritorno dello Jedi (1983), terzo e ultimo film della Trilogia originale.
Un cast di nuovi e giovani attori affianca parte del cast originale.

In attesa dell'evento, intanto ripercorriamo i precedenti sei capitoli di Star Wars secondo l'ordine di gradimento della critica internazionale, raccolta nel sito Rotten Tomatoes. Il film più bello tra i sei? L'Impero colpisce ancora (episodio V). Scorri per vedere la classifica dei film più belli della saga.

6) "Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma" (1999)

Quarto film come data di realizzazione, primo della Trilogia prequel e quindi nella cronologia dei fatti, Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (1999) è stato il film meno apprezzato dalla critica. Diretto dal maestro in persona George Lucas, creatore dell'universo di Guerre stellari, ci fa conoscere Anakin Skywalker quando ancora era un bambino sul suo pianeta Tatooine, fanciullo non avviato alle pratiche Jedi ma già incredibilmente brillante e predisposto all'uso della Forza.
La critica gli dà solo il 56% di recensioni positive. Gli si rimprovera la "mancanza di un'anima - un lancio spirituale - che la trilogia originale aveva" e il fatto che i personaggi siano poco approfonditi. Come prequel è definito un "inizio irregolare, anche se visivamente abbagliante". 

5) "Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni" (2002)

Ambientato 10 anni dopo Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma, Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni è penultimo nel gradimento della critica internazionale. Diretto da George Lucas, vede Anakin Skywalker cresciuto e interpretato da Hayden Christensen; è ormai un giovane apprendista Jedi, Padawan di Obi-Wan Kenobi, che ha ancora il volto di Ewan McGregor. Mentre la galassia è sull'orlo della guerra civile, Anakin è forte ma impaziente e irruento, irrimediabilmente innamorato di Padmé Amidala (Natalie Portman). 
Il film riceve il 65% di recensioni positive. Il giudizio generale è che la pellicola "benefici di maggiore enfasi data all'azione, che si fa eccitante, anche se è minata ancora una volta da punti della trama faticosi e da personaggi sottosviluppati".

4) "Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi" (1983)

Terzo e ultimo capitolo della Trilogia originale, Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi è ideato e scritto sempre da George Lucas, ma diretto da Richard Marquand. Luke Skywalker (Mark Hamill) ha ormai quasi concluso il suo apprendistato come cavaliere Jedi e insieme alla principessa Leila (Carrie Fisher), che scoprirà essere sua sorella, salva Ian Solo (Harrison Ford). Nella battaglia finale risveglierà lo spirito paterno e i sentimenti buoni ancora presenti in suo padre Dart Fener (David Prowse).
Il film riceve il 79% dei consensi. La critica scrive: "Pur non riuscendo a raggiungere le vette cinematografiche dei suoi predecessori, Il ritorno dello Jedi rimane un'avventura fantascientifica divertente, degna conclusione della trilogia classica".

3) "Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith" (2005)

Sesta pellicola in ordine di realizzazione, terza come cronologia interna della serie, Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith ci porta alla fine della Repubblica e alla nascita dell'Impero; Anakin Skywalker ha la sua oscura evoluzione in Dart Fener, abbracciando il lato scuro della Forza. La regia è di George Lucas.
Il film raccoglie il 79% di recensioni positive. Questo il giudizio complessivo: "Lucas porta la sua seconda trilogia di Star Wars a un'opportuna conclusione, emozionante e spesso pungente, anche se ancora un po' irregolare".

2) "Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza" (1977)

Tutto è cominciato da qui, da Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza. Era il 1977 quando usciva al cinema (allora col semplice titolo Guerre Stellari, Star Wars in lingua originale), primo film di una saga fantascientifica destinata a diventare leggenda. È qui che facciamo conoscenza con lo strafottente e simpatico Ian Solo, con la coraggiosa principessa Leila e con il valoroso Luke Skywalker. Possiamo ammirare le prime spade laser dei Jedi e ascoltare il respiro profondo e faticoso di Dart Fener. La regia è di George Lucas.
La critica dà al film il 94% dei consensi. Il giudizio generale parla di un "inizio ambizioso e leggendario per la saga sci-fi", "Lucas ha aperto i nostri occhi alle possibilità da blockbuster del cinema e da allora le cose non sono mai più state le stesse".

1) "Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora" (1980)

Ad oggi è Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora il film più bello della saga secondo la critica internazionale. Con il 94% di recensioni positive, viene definito "scuro, sinistro, ma alla fine ancora più coinvolgente di Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza. L'impero colpisce ancora sfida le aspettative dello spettatore e porta la serie a livelli emotivi ancora più intensi".
È in questo epidosio, il secondo della Trilogia originale, che Luke Skywalker ingaggia un duello con Dart Fener e scopre con riluttanza di essere suo figlio. Ian Solo invece sarà ibernato, non prima di scoprire che il suo amore per Leila è contraccambiato. La regia è di Irvin Kershner.

Ti potrebbe piacere anche